Una lettera ufficiale da parte del M5S di Modica, avente ad oggetto “Emergenza furti in città” è stata presentata nei giorni scorsi all’attenzione del Commissario straordinario, Domenica Ficano, per portare alla Sua attenzione una grave problematica che, in queste settimane e in questi giorni ha interessato e sta continuando a interessare un’ampia platea di cittadini, anche e soprattutto esercenti del centro cittadino e non solo, che lamentano ripetute aggressioni, diverse delle quali materializzatesi in veri e propri furti.

Nella lettera si fa presente che le categorie dei cittadini in questione, nonché l’intera comunità modicana, si sentono fortemente preoccupati e allarmati per quanto sta quotidianamente accadendo e quanto può ancora accadere a danno di chiunque e che in più di un’occasione, inoltre, i suddetti cittadini hanno segnalato la gravità dell’attuale situazione, chiedendo maggiore attenzione da parte di tutti gli organi competenti a cominciare dal Commissario straordinario che rappresenta la città insieme a tutto il Consiglio Comunale.




Si fa presente, altresì, che tali gravi fatti stanno mettendo ulteriormente in ginocchio un’intera categoria che, dopo aver subito gli effetti devastanti della pandemia e poi quelli dei forti rincari energetici, si trova adesso a dover subire ulteriori danni che in alcuni casi rischiano di costringere alla definitiva chiusura chi ancora con fatica fa di tutto per sopravvivere.

Ancora, nella lettera, dal M5S si dicono sicuri che tutti gli organi competenti interessati stiano facendo rigorosamente il loro dovere per contrastare il grave fenomeno, ma ritengono anche che le attuali forze in campo non possano sopperire all’emergenza in atto che necessita di iniziative forti finanche da parte del governo nazionale, magari attraverso l’utilizzo dell’Esercito Italiano o altre iniziative straordinarie volte a porre fine alla grave problematica e a tranquillizzare la popolazione.

Nella lettera, pertanto, si chiede al Commissario, di là delle responsabilità di ognuno e dato il perdurare del fenomeno, di farsi carico della grave problematica affinché venga affrontata e risolta prima possibile, ricorrendo a tutti le iniziative e gli strumenti possibili, come l’utilizzo della videosorveglianza, o anche la richiesta di convocazione, presso la Prefettura di Ragusa, del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, cosicché possa scaturire una risposta ferma, decisa e rassicurante per l’intera comunità.

Il M5S di Modica, nell’attesa di un pronto riscontro alla lettera, esprime solidarietà a tutti i cittadini che hanno subito danni e auspica che da parte di tutti gli organi competenti si alzi ancora la soglia di attenzione al fenomeno affinché ritorni presto la serenità in città.