Nel corso dei mesi passati, la situazione di emergenza sanitaria ha impedito alle famiglie di uscire di casa, e di godere di tutte quelle forme di svago legate appunto alla frequentazione di locali, bar e via discorrendo. Nella lista delle attività chiuse vanno inseriti anche i teatri, i cinema e ovviamente i vari eventi che hanno dovuto rinviare le proprie edizioni al 2021. In altre parole, il virus ha causato danni ingenti non solo alla salute e all’economia, ma anche alla cultura, per certi versi. Ed è in momenti come questi che le persone si sono rese conto più che mai dell’importanza della cultura, e di come lo streaming possa in effetti compensare queste mancanze.

Cinema e musica: l’importanza dello streaming

A dire il vero lo streaming rappresenta un must già da diversi anni in Italia, ma il lockdown ha presentato una preziosa occasione per scoprirlo più a fondo. Con i cinema chiusi, e con molti concerti rinviati a data da destinarsi, la trasmissione dei dati audio/video in tempo reale via Internet è diventata una risorsa quasi fondamentale per molti italiani. In sintesi, oggi grazie al web e alle piattaforme come Netflix si può andare al cinema senza per questo lasciare il proprio salotto. Lo stesso discorso può essere applicato alla musica, stavolta per merito di portali come ad esempio il noto Spotify. Per non parlare delle diverse piattaforme e dei vari cinema che hanno deciso di mettere a disposizione online un catalogo ricco di contenuti gratuiti. Infine, si chiude citando il caso del concerto di Travis Scott, andato in onda sul videogioco Fortnite: il mondo dei giochi e quello della musica si sono incontrati, e lo hanno fatto in streaming.

Come sfruttare al meglio lo streaming

Prima dei consigli tecnici, è importante sottolineare quanto conta avere a casa una connessione al web che possa dirsi di qualità, stabile e performante. Sul mercato ci sono diverse proposte, che danno la possibilità di sottoscrivere direttamente sul web delle offerte Internet per la casa adatte per il flusso dati richiesto dallo streaming. Detto ciò, basta selezionare le piattaforme più “vicine” ai nostri gusti e iscriversi, scegliendo il piano più giusto per le nostre specifiche esigenze.

Arrivati a questo punto, però, bisogna applicare dei trucchetti per sfruttare al meglio la connessione domestica. Per fare un esempio, è meglio staccare gli altri dispositivi connessi quando si guarda un contenuto in streaming, così da dedicare la maggior parte della banda alla visione. È possibile dedicare una fetta importante di connessione allo streaming agendo anche tramite le impostazioni del router, dando la precedenza ad un certo dispositivo. Infine, si suggerisce di posizionare il router a mezza altezza, evitando muri e ostacoli.

Grazie ai consigli indicati, si potranno vedere film (o serie tv) e ascoltare musica nel migliore dei modi. Perché lo streaming ormai è diventato una risorsa importante anche per questi settori.