Forte come termine, forse si, ma è così: le strade della Sicilia nelle ultime ore hanno seppellito 4 persone: Yuliya Ivantes, 44 anni, ucraina, si era ben inserita in Italia, lavorava a Modica.

La 44enne ucraina è morta la sera dell’epifania nell’incidente stradale di contrada Beneventano a Modica, all’altezza della curva Gigi Olivari, l’auto guidata da un amico, T.T., residente a Lentini è finita fuori strada, sfondando un muro di cemento armato di contenimento della carreggiata per una lunghezza di cinque metri. Per la donna nulla hanno potuto fare i soccorsi intervenuti sul posto. L’ambulanza ha soccorso il conducente ricoverato in prognosi riservata. Per diverse ore hanno operato sul posto gli agenti della Polstrada di Ragusa.

Sono quattro i morti a distanza di poche ore, oltre all’incidente di Modica, altro sinistro mortale sulla SS 385, la Catania-Caltagirone, Massimiliano Gurrieri, 41 anni, è deceduto dopo che la sua auto è uscita fuori strada.




Sull’autostrada Palermo-Trapani tra gli svincoli di Fulgatore e Dattilo un uomo di 73 anni di Pantelleria, Giuseppe Brignone, è morto in un incidente schiantandosi con la sua Toyota Yaris contro un muretto.

E’ rimasta gravemente ferita la moglie che è ricoverata nell’ospedale sant’Antonio Abate di Trapani.

Due persone, Simone Pipitò, 40 anni, palermitano e Serafino Colucci di 69 anni di San Biagio Platani (Ag), sono morte invece in un incidente sulla Palermo-Agrigento vicino allo svincolo di Villabate; erano alla guida di due auto, una Fiat Idea e una Fiat Punto, che si sono scontrate.