“Abbiamo sbloccato 500mila nuovi posto di lavoro nella pubblica amministrazione –affermano in un comunicato stampa congiunto, Marialucia Lorefice, presidente della Commissione Affari Sociali e il senatore Pino Pisani-. Questa è una delle risposte più importanti a chi ha sostenuto in questi mesi che il lavoro non fosse al centro dell’agenda politica e sociale del Governo. Il nostro ministro Fabiana Dadone, appena insediatasi, guiderà questa inversione di rotta e nei prossimi tre anni ci saranno moltissime nuove assunzioni.

Lo sblocco del turnover coinvolgerà numerose categorie di lavoratori: Infermieri, vigili del fuoco, Forze dell’Ordine, personale amministrativo e tante altre categorie sociali. Questo significa ricambio generazionale, nuovi posti di lavoro per i nostri giovani che non saranno più costretti ad emigrare in cerca di lavoro. A giovamento della pubblica amministrazione che vedrà finalmente uno svecchiamento del sistema.

Già ‘Quota 100’, che è stato un primo passaggio indispensabile, che noi abbiamo sempre difeso, ha permesso a 200mila lavoratori di andare in pensione. La vacatio dei posti di lavoro durerà poco perché in pochi anni il ricambio generazionale sarà completato. Attraverso l’utilizzo delle graduatorie esistenti e, poi, ad una serie di tanti nuovi concorsi. Oggi in Italia l’età media dei lavoratori è quella di una fascia compresa dai 55 ai 59.

E’ tempo di lasciare posto –concludono Lorefice  e Pisani- ai nostri giovani più preparati che potranno, di certo, dare nuova linfa vitale alla pubblica amministrazione velocizzando, anche grazie all’innovazione tecnologica, quella che è la macchina burocratica”.