Torna su Rai Uno con un nuovo attesissimo episodio che saprà conquistare affezionati della serie e non “Il Commissario Montalbano”. Titolo dell’episodio: “Il metodo Catalanotti” fedele trasposizione del romanzo del compianto Andrea Camilleri.

Ma sulla serie sul commissario più amato dal pubblico della tv cala definitivamente il sipario? Risponde nel corso della conferenza stampa il produttore Carlo degli Esposti, della Palomar, : “Siamo a quota 37 film per questa collection. Questo film in onda quest’anno è tratto da un romanzo molto importante di Andrea: è un punto di snodo del racconto di Montalbano, che dà la circolarità della passione e del tradimento legato al mondo del teatro, tanto amato da Camilleri. Questo è uno degli ultimi tre film che abbiamo prodotto in una tempesta perfetta che ha visto sparire il nostro mentore e timoniere Camilleri e ci ha fatto sparire di botto, mentre stavamo girando, Sironi e lo scenografo Riccieri. Luca Zingaretti ha preso il timone di questi ultimi tre film e sono contento che la casualità ci porti ad andare in onda l’8 marzo, perché è una storia con tanti personaggi e sfumature femminili”. Quindi ha aggiunto: “Cosa ne sarà di Montalbano? E’ passato un anno dalla tempesta perfetta ora è presto. Il covid ci impedisce di tornare sul set con la tranquillità che ci ha contraddistinto in questi anni: ci sarà un momento, dopo il Covid, in cui prenderemo una decisione. Per me e per altri Montalbano è eterno, è prematuro davvero fare una previsione dipende da tante circostanze”.

Nella puntata di lunedì prossimo l’attrice Greta Scarano, al centro di un curioso testa-coda sentimentale, interpreta la giovane Antonia, abilissima poliziotta ma soprattutto insostenibile tentazione per il commissario interpretato da Zingaretti. Una storia d’amore, di sesso e pure di corna, visto che Montalbano per lei tradirà l’eterna fidanzata Livia. Lei lo racconta così: “Sono arrivata quasi fuori tempo massimo, ma felicissima di aver avuto questa possibilità. Quando sono arrivata mi sentivo un po’ un’aliena nell’entrare in un contesto così familiare. E devo rappresentare un personaggio che sconvolge il mondo di Montalbano, lo schema in cui vive lui e chi fa parte dell’immaginario delle opere di Camilleri. Un elemento che porta una crisi enorme: essere un terremoto per un attore è bellissimo. Percepivo che dove mettevo i piedi facevo sgretolare tutto”.

Ma chi è questa attrice dalla bellezza sofisticata ed enigmatica? Greta Scarano ha al suo attivo tanti film, fiction e pure produzioni internazionali come “Il nome della Rosa”. L’abbiamo vista nei panni della poliziotta della scorta di paolo Borsellino, la compianta Emanuela Loi, ma anche in quelli di Viola in “Suburra”, diretta da Stefano Sollima. Accanto a Valerio Mastrandrea è stata la protagonista di “La linea verticale” e con Alessandro Preziosi della serie Mediaset “Non mentire”. Romana, 34 anni, ha studiato canto, batteria e percussioni, prima di conseguire la maturità classica e iscriversi in Scienze Politiche. È legata sentimentalmente al regista Sidney Sibilla che l’ha diretta nella spassosissima saga di “Smetto quando voglio”.

Greta Scarano inoltre sarà Ilary Blasi nella serie Sky Original

Continua a leggere NoveTv

la nostra Lettura diventa Premium

Sostienici o Accedi per sbloccare il contenuto!


SOSTIENICI


Hai perso la password?