I FINAZIERI DI POZZALLO  SEQUESTRANO ANABOLIZZANTI E INTEGRATORI ALIMENTARI, IN PASTIGLIE E IN POLVERE ALL’INTERNO DI UNA PALESTRA DI ISPICA.

ALCUNI DEI FREQUENTATORI DELLA PALESTRA, QUINDI, OLTRE A TONIFICARE IL PROPRIO CORPO CON IL SUDORE E LA FATICA, AVEVANO LA POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE ANCHE VIE PIU’ “COMODE”: BASTAVA CHIEDERE AL TITOLARE DELLA STRUTTURA CHE ERA IN GRADO DI FORNIRE OGNI TIPO DI AMMINOACIDO,  INTEGRATORE ALIMENTARI UTILE A RINVIGORIRE E GONFIARE I MUSCOLI DEL CORPO.

PECCATO CHE SI TRATTAVA DI PRODOTTI CONTENENTI SOSTANZE DELLE QUALI ANCORA NON SI CONOSCE LA NATURA IN QUANTO PRIVI DI ETICHETTE E TITOLI AUTORIZZATIVI, E PERTANTO DANNOSE PERLA SALUTE DI CHIUNQUE NE ABBIA FATTO USO.

I PRODOTTI SONO STATI REPERITI TRAMITE MERCATI PARALLELI FACILMENTE ACCESSIBILI ATTRAVERSO INTERNET, LE INDAGINI PROSEGUIRANNO PER CERCARE DI INDIVIDUARE COMPIUTAMENTE CHI MANOVRA OCCULTAMENTE QUESTO “CONTRABBANDO” DI INTEGRATORI ALIMENTARI VIETATI DALLA LEGGE.

TUTTO QUANTO RINVENUTO E’ STATO SOTTOPOSTO A SEQUESTRO E IL TITOLARE DELLA PALESTRA, DENUNCIATO, DOVRA’ ORA PAGARE PURE UNA SALATA SANZIONE PECUNIARIA.