“Con l’attesa apertura al traffico dell’opera 16 sulla Sp 46, restituiamo al territorio un asse viario di grande importanza e segniamo un altro passo verso il varo della nuova autostrada da Rosolini a Ispica. La prossima consegna sarà quella dell’opera 35. Già lunedì scorso, durante il nostro sopralluogo, avevamo chiuso la vertenza sui collaudi dell’opera 16 e tutto era pronto per la consegna del ponte. Quando poi abbiamo saputo di nuovi disguidi fra il Cas e il Comune di Ispica, con ulteriore rinvio dell’apertura, siamo nuovamente intervenuti per appianare la vicenda. Lo stesso abbiamo fatto in questi mesi, in raccordo con i cittadini e gli attori interessati, lavorando per raggiungere un punto d’equilibrio e superare gli intoppi burocratici che hanno rallentato di molto la consegna del ponte. Tutto ciò nell’ambito della costante e proficua azione di rilancio e vigilanza dei lavori di costruzione della Siracusa-Gela, opera emblematica dell’inversione di tendenza attuata dal Governo Musumeci nella gestione delle Autostrade siciliane”. Questa la dichiarazione dell’assessore regionale alle Infrastrutture Marco Falcone, a seguito dell’apertura al traffico del cavalcavia della Sp 46 nel Comune di Ispica, opera realizzata nell’ambito della costruenda autostrada Siracusa-Gela.




“Da anni la strada era chiusa per lavori, nonostante, da un anno e mezzo, la realizzazione del cavalcavia in C.da Salmata – opera 16 dell’autostrada Siracusa-Gela – era stata ultimata. Ma inspiegabilmente tutto rimaneva fermo. Dopo ben due incontri che ho avuto con l’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone, trascorsi infruttuosi i tempi di attesa dell’atto ufficiale di cessione dell’opera al Comune e dopo aver scoperto che molti degli atti necessari all’apertura non erano stati ancora approntati e sottoscritti dagli organi competenti, nonostante qualcuno avesse detto che tutto era pronto, ho indossato la fascia tricolore e mi sono recato sui luoghi per chiedere l’immediata apertura della strada, con camion, gru e macchine.” Queste sono le parole del sindaco di Ispica Innocenzo Leontini.

Il Sindaco di Ispica aggiunge: “Dopo alcune ore finalmente sono state tolte le barriere di blocco del transito e la strada è stata finalmente aperta e riconsegnata agli ispicesi. Gli ispicesi e il sottoscritto non ammetteranno più che la burocrazia soffochi la nostra economia e il nostro vivere sociale – ha detto Leontini –. Abbiamo raggiunto un grande risultato che vuol essere il primo di una lunga serie. Ringrazio per la vicinanza S. E. il Prefetto di Ragusa e l’assessore regionale alle Infrastrutture, on. Marco Falcone”.

La terza settimana di novembre dovrebbe essere aperta l’opera 35.