Da diversi anni alcune imbarcazioni da diporto stazionano in Piazza Dogana a Marina di Ragusa, in stato di completo abbandono, sono divenute ricettacolo di rifiuti di ogni genere (persino di siringhe), e trasformate in latrine a cielo aperto. Alcune di esse sono peraltro poggiate su carrelli arrugginiti che rappresentano un vero e proprio pericolo per i bagnanti che affollano la spiaggia adiacente ed in particolare per i bambini che giocano nell’area.




Non si tratta delle tipiche “varcuzze” di legno dei pescatori che un tempo utilizzavano Piazza Dogana come spazio di approdo e di vendita del pescato, e che hanno ormai trovato collocazione all’interno del porto turistico, ma di fatiscenti scafi privi di qualsiasi valore storico e di riferimenti alla tradizione di Marina di Ragusa.

Oggi è intervenuto il sindaco Cassì: “Ho emanato un’apposita ordinanza per motivi igienico sanitari e di decoro urbano: Piazza Dogana deve essere liberamente fruibile da tutti. I natanti depositati nello spazio comunale di Piazza Dogana -afferma il Sindaco – dovranno essere rimossi dai proprietari entro il 30 luglio prossimo”.