Il Padua Rugby Ragusa, che chiude la stagione regolare a Siracusa, diviso tra la voglia di concludere da imbattuto il campionato e la necessità di preservare i suoi uomini per i play off promozione.

Ancora ottanta minuti e poi saranno play off per la promozione in serie B. E questi ultimi minuti il Padua Rugby Ragusa li giocherà con un Syrako che certamente scenderà in campo per consolidare il terzo posto. I paduini, dal loro canto, pur tenendo all’imbattibilità stagionale, avranno la necessità di preservare i propri uomini per le ben più importanti sfide che lo attendono a partire da domenica 21.

Così, nel cuore e nella testa del duo Vinti-Iacono si fa sempre più forte l’idea di schierare, per quella che tradizionalmente è la partita più dura del campionato, una formazione imbottita di giovani dell’Under 20.

«Quella di domenica sarà una partita particolare», ci ha spiegato Peppe Iacono, capitano e allenatore dei trequarti della squadra biancazzurra. «Per una volta scenderemo in campo senza particolari velleità. Vorremmo chiudere la stagione con una vittoria ma sappiamo che la settimana successiva saremo impegnati nella partita più importante dell’anno. E dunque non è il caso di rischiare cartellini, squalifiche ed infortuni per una partita che, nei fatti, ha solo un valore per quanto riguarda la statistica. Per questo, a Siracusa, giocheremo con un XV composta da chi, tra i Senior, finora ha giocato meno, e da tanti giovani dell’Under 20 alla prima esperienza in serie C».

Un Padua, dunque, che giocherà guardando, giustamente, più ai play off che al resto. Un Padua, però, che non affronterà la trasferta con l’animo di chi va a sicura sconfitta.

Ciccio Schininà, il team manager ibleo: «Le cosiddette “seconde linee” hanno già dato prova di sicuro affidamento, mentre i ragazzi della nostra Under 20 hanno dominato il campionato di categoria. Per questo dico che non partiamo assolutamente battuti e che, anzi, proprio perché in tutti c’è voglia di mettersi in mostra, i 22 che andranno a Siracusa faranno bene tanto quanto avrebbero fatto quelli che hanno giocato più spesso».

La partita si giocherà al Campo Scuola “Pippo Di Natale” del capoluogo aretuseo, ma i dirigenti paduini avranno l’orecchio direzionato in quel di Bari dove, in contemporanea, si disputerà l’ultimo atto del torneo “pre play off”, quello che definirà l’avversaria dei ragusani nel primo turno degli spareggi promozione. Ad affrontarsi al “Della Vittoria”, in una partita secca, ci saranno il Trepuzzi e il Napoli. «Noi non abbiamo preferenze», ha dichiarato il presidente del sodalizio ibleo, Ciccio Tumino. «L’una vale l’altra. Anche perché una squadra come la nostra, che ha per obiettivo la promozione, non può aver paura di nessuno».