Ammontano a circa 350 milioni di euro i danni alle produzioni e alle strutture agricole nelle province di Ragusa e Siracusa a seguito delle piogge alluvionali dello scorso fine settimana. È la stima che viene fuori dalle prime verifiche degli ispettorati provinciali agrari, disposte sabato scorso dal presidente della Regione Nello Musumeci, che si è recato nei luoghi colpiti dal maltempo insieme all’assessore per l’Agricoltura Edy Bandiera e al capo della Regione Siciliana – Dipartimento Regionale della Protezione Civile Calogero Foti.

I Comuni interessati dal “mini ciclone Mediterraneo”, come è stato definito, risultano essere quelli di: Ispica, Pozzallo e Scicli per la provincia di Ragusa; Siracusa, Pachino, Portopalo di Capo Passero, Noto, Rosolini, Francofonte, Buccheri, Carlentini, Lentini, Militello Val di Catania, Scordia e Sortino, per quanto attiene la provincia etnea e di Siracusa.