Le bellezze architettoniche e paesaggistiche di Scicli, tornano a farsi ammirare dai milioni di spettatori che sono pronti a scoprire le avventure del giovane Commissario Montalbano.

Giovedi 23 febbraio, infatti in prima serata su Rai Uno, partirà la nuova fiction prodotta da Rai Fiction e Palomar, tratta dai racconti di Andrea Camilleri e che vede protagonista Michele Riondino che indossa i panni del giovane Commissario di Vigata.

Scopriremo così come l’amatissimo commissario Montalbano è diventato l’affascinante e scorbutico cinquantenne che abbiamo imparato a conoscere grazie a Luca Zingaretti. La serie racconta infatti la giovinezza di Salvo Montalbano, ambientata nei primi anni Novanta, quando il poliziotto arrivò a Vigata nei panni di un giovane vice commissario.

Assisteremo alla fine della storia con la sua prima fidanzata Mary (interpretata da Katia Greco), e all’inizio della storia d’amore con Livia (interpretata da Sarah Felberbaum), che negli ultimi episodi del Commissario Montalbano abbiamo visto entrare in crisi dopo oltre vent’anni. Scopriremo il perché della ruggine nel rapporto tra Salvo e suo padre. Non mancheranno tutti i personaggi a cui ci siamo affezionati nel corso degli anni, anche loro naturalmente agli esordi della carriera: Catarella, Fazio, Augello…

C’è grande curiosità, quindi, per questo nuovo prodotto, diretto da Gianluca Tavarelli, che si appresta a riscuotere lo stesso successo del suo sequel, per sei giovedì consecutivi.  Scicli, Punta Secca (fraz. di Santa Croce Camerina), ecc.,  torneranno ad essere ammirate sulla prima rete Rai, una bella occasione di promozione del territorio ibleo, che grazie alla fiction negli anni passati ha avuto un notevole sviluppo nel campo turistico.