I Carabinieri del Comando Provinciale di Ragusa hanno arrestato la notte scorsa, su ordine della Procura della Repubblica iblea, cinque romeni.

I cinque arrestati sarebbero i membri di una agguerrita banda che, negli ultimi sei mesi, ha messo a segno numerosi colpi in varie località della provincia ai danni di centrali dell’ENEL e dell’ex base NATO di Comiso per trafugarne complessivamente oltre un quintale di rame; di concessionarie, autofficine e centri commerciali per asportarne veicoli in esposizione, gasolio e computers.

Gli arrestati devono rispondere di associazione per delinquere finalizzata alla commissione di una serie indeterminata di furti, tra cui una decina quelli scoperti dai militari. Nel corso dell’operazione sono stati sequestrati arnesi da scasso e passamontagna.