Gli ultimi mesi hanno insegnato agli italiani che non si è mai troppo grandi per giocare e che alcuni giochi possono rivelarsi ancora oggi una risorsa più che importante, soprattutto in termini di svago. Dai giochi da tavolo fino ad arrivare ai videogames, questi mesi di lockdown hanno permesso alle persone di stare in famiglia, e di tornare a scoprire alcuni passatempi da quelli classici a quelli moderni.

Si è trattato di un momento di comunione importante, utile per scaricare le tensioni che inevitabilmente si andavano accumulando di settimana in settimana. E adesso che il lockdown è finito e che ci troviamo nella tanto attesa fase 3, è bene vedere quali sono stati i principali compagni degli italiani nei mesi passati.

I giochi della tradizione, ma in chiave moderna

Sì alle tradizioni, ma senza disdegnare la modernità e, soprattutto, il digitale. Non a caso, sono numerosi i giochi classici che oggi possono essere trovati anche in versione moderna sul web. Un esempio su tutti è la ruota della fortuna online, che può essere approfondita leggendo questo articolo informativo sul blog di Leovegas. E le opzioni non finiscono qui, dato che basta fare un giro su Internet per trovare decine di giochi di società o da tavolo in versione digitale. Uno dei più amati è senza ombra di dubbio Monopoli, ma c’è anche un altro grande classico che ha riscosso molte attenzioni, come nel caso di Risiko.

Si parla di giochi che, comunque, sono stati apprezzati non solo in versione software ma anche sul tavolo dei propri salotti. Molte famiglie, infatti, hanno deciso di riaprire il baule dei ricordi e di rispolverare queste piccole perle del passato, così da passare dei momenti piacevoli e inusuali tutti insieme, giovani e meno giovani.

La rivincita dei giochi da tavolo durante il lockdown

Non c’è alcun dubbio sul fatto che questi momenti passeranno alla storia. Tanto da aver addirittura ispirato un nuovo gioco da tavolo, tutto made in Italy, chiamato “Passa la 40ena”. Si tratta di un passatempo per certi versi molto classico, che può essere visto come una sorta di via di mezzo fra il già citato Monopoli e il Gioco dell’Oca. Naturalmente le regole e i vari riferimenti prendono ispirazione dal momento attuale, cercando di stemperarlo con ironia, come nel caso del dado-virus. Fra le altre cose, il gioco può essere scaricato gratuitamente dal sito web ufficiale, stampato e giocato senza spendere un solo centesimo di euro.

I giochi da tavolo si prendono dunque una rivincita, non solo grazie a grandi classici come Monopoli e Risiko: nella lista, infatti, vanno aggiunti altri must come Trivial Pursuit, Taboo, Cluedo, il Gioco dell’Oca, Scarabeo, Cranium, Uno e ovviamente Pictionary.