Una azienda di confezioni ortofrutticoli, un ristorante proprio dietro la casa del Commissario Montalbano a  Punta Secca frazione di Santa Croce Camerina (RG), presi a colpi di kalashnikov negli ultimi 2gg, rischiano di dare l’impressione che la criminalità Ragusana stia alzando il tiro.

Ma la risposta dello Stato non si è fatta attendere.

In una imponente operazione del Comando Provinciale Carabinieri di Ragusa, parallelamente alle indagini del caso, dalle prime ore di oggi una vasta parte del basso tirritorio ibleo è stata letteralmente passata al setaccio: gli abitati di Comiso, Santa Croce Camerina, Scicli, e Modica, sono stati interessati da posti di blocco, controlli di pregiudicati, e numerose perquisizioni domiciliari.

Molti soggetti pericolosi sottoposti a sorveglianza speciale, libertà vigilata, e altri sono stati condotti in Caserma per accertamenti e foto segnalamento. In campo circa 100 Militari delle Compagnie di Modica, Vittoria e Ragusa, supportate da unità Cinofile di Catania e da un aeromobile del 12° Elinucleo di Catania.

I risultati non potevano mancare ed anche in maniera incisiva e forte. Infatti, nel corso dell’operazione, conclusasi nella tarda mattinata, a Comiso è stato sorpreso con 6 Kg di sostanza stupefacente del tipo Marijuana suddivisa in 5 confezioni di plastica sigillata con scotch da pacchi detenuta ai fini di spaccio il cinquantaquattrenne Mario Caruso (nella foto). A Santa Croce Camerina veniva trovato, con 18 grammi di stupefacente del tipo hashish detenuta ai fini di spaccio, il ventitreenne cittadino extracomunitario SOKMANI Fitouri, motivo per cui la sostanza illegale è stata posta sotto sequestro, per entrambi si sono aperte le porte della Casa Circondariale di Ragusa, ove rimarranno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Nella stessa Santa Croce Camerina, inoltre, sono stati segnalati alla Prefettura di Ragusa due giovani per uso personale di marijuana, anch’essa sequestrata, veniva altresì rinvenuta abbandonata una pistola giocattolo priva del previsto tappo rosso che veniva posta sotto sequestro.

Anche a Modica e Scicli l’attività dell’Arma ha dato i suoi frutti, con la denuncia in stato di libertà di due persone per detenzione di 1 grammo di eroina, 500 semi di canapa indiana, 2 bilancini e un bracciale in oro di provenienza illecita, nonché la denuncia di una persona per guida senza patente perché revocata. Numerose le perquisizioni personali, domiciliari e veicolari, oltre ai controlli nei confronti delle persone sottoposte a pene alternative alla detenzione e a misure di sicurezza.

I militari non hanno trascurato nulla, indirizzando il loro operato anche verso i controlli di natura amministrativa, nel corso dei quali sono stati identificati centinaia di automobilisti, nonché elevate 25 contravvenzioni, sequestrati 10 automezzi e ritirata una patente di guida per infrazioni alle norme del Codice della Strada.