Balzo dei contagi in Italia: nelle ultime 24 ore si sono registrati 5.372 nuovi casi e 28 morti (ieri erano 4.458 i contagiati e 22 le persone decedute). L’Italia sta ripiombando in piena emergenza coronavirus. Quella che stiamo vivendo in questi giorni potrebbe essere l’inizio della seconda ondata della pandemia da Covid-19, come sottolineano gli esperti.

In Sicilia i nuovi casi sono 233, poco meno di ieri. Rimane invariato il numero dei ricoverati, 411, di questi 35 risultano gravi, ricoverati in terapia intensiva.

Al momento sono 3.900 le persone positive al virus, 3490 in isolamento domiciliare.

Anche oggi si contano delle vittime; sono 4 persone.




I nuovi casi sono suddivisi così nelle varie province siciliane: 85 a Palermo, 77 a Catania, 22 a Messina, 7 a Trapani, 11 a Siracusa, 15 a Ragusa, 12 ad Agrigento, 4 a Caltanissetta.

Tornando alla situazione nazionale,  gli anestesisti lanciano l’allarme. “Se l’andamento dei casi continuerà con i ritmi attuali, stimiamo che in meno di un mese le terapie intensive al Centro-Sud, soprattutto in Lazio e Campania, potranno andare in sofferenza in termini di posti letto”. Lo afferma il presidente Alessandro Vergallo.  “Siamo molto preoccupati per le Regioni meridionali – sottolinea – dove rileviamo una maggiore impreparazione”.