I Carabinieri della Stazione di Comiso hanno arrestato in flagranza di reato per evasione e minaccia Vincenzo D’Angelo, 26enne, e denunciato per favoreggiamento il suo amico C. G., 37enne.

In particolare, D’Angelo, sottoposto agli arresti domiciliari, si è fatto accompagnare dal suo amico in Contrada Coltello, a Vittoria, presso l’abitazione della moglie per ottenere il suo rientro nell’abitazione coniugale di Comiso, che la donna aveva lasciato qualche settimana prima.

Al rifiuto della donna di tornare a casa con l’uomo, il pregiudicato la minacciava con un coltello, ma la vittima ha allertato immediatamente i Carabinieri mettendo in fuga i due.

I militari dell’Arma hanno subito svolto un’attività di ricerca, riuscendo a rintracciare e a bloccare l’uomo che aveva tentato di far perdere le proprie tracce. I Carabinieri della Stazione di Comiso hanno tratto in arresto in flagranza del reato di evasione il D’angelo per il quale si sono aperte le porte della Casa Circondariale di Ragusa su disposizione del G.I.P. del Tribunale di Ragusa.