Arrestati lo scorso anno per il furto di cassette di ortaggi, due carabinieri in servizio nella stazione di Chiaramonte Gulfi, sono stati condannati col rito abbreviato a tre anni di reclusione dal Gup di Ragusa.

I due militari erano finiti ai domiciliari con le accuse di furto aggravato, falso in atto pubblico e violazione di consegna, gli sono stati contestati 39 capi di imputazione, tra cui 4 furti di cassette di ortaggi, oltre a numerosi reati di falso e violata consegna, commessi attestando falsamente il resoconto del servizio svolto.

I fatti risalgono a Marzo 2019  quando i Carabinieri del Comando Provinciale di Ragusa eseguono l’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari, emessa dal GIP del Tribunale di Ragusa su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti dei due loro colleghi, G.G. e F.R., entrambi in servizio a Chiaramonte Gulfi.




Dalle indagini coordinate dal Procuratore della Repubblica – Dottor Fabio D’Anna – e dal Sostituto Procuratore – Dottoressa Monica Monego -, era emerso che i due militari, in concorso tra loro e durante l’orario di servizio (prevalentemente notturno), sottraevano cassette di ortaggi da terreni privati e attestavano falsamente il resoconto del servizio svolto.

I due sono sospesi dal servizio.