“Da domani inizierà la nuova stagione sportiva per il Calcio Scicli.

Sono onorato di rappresentare un gruppo di persone, dirigenti , collaboratori , tecnici ed atleti, che tolgono tempo alle loro famiglie ed al loro lavoro, tutte persone che mettono sempre al primo posto quei veri valori dello sport.

In questi ultimi 10 anni o forse di più è’ difficile fare calcio a Scicli , per non dire , fare Sport.” Con queste parole inizia lo “sfogo” del presidente della società, Calcio Scicli, Giuseppe Arrabito, deluso ed amareggiato di chi da anni governa la sua città, Scicli.

“Rimpiango il Prof Enzo Carbone, vero esperto, uomo di sport, nominato dal Sindaco Prof Enzo Giannone, anni fa.

Faccio ai miei ex giocatori un grosso in bocca al lupo, a quelli che andranno a vestire la maglia di altre città dietro compensi economici; e vedendo la situazione attuale non posso impedire tale trasferimento.

Noi a Scicli non abbiamo nessun impianto agibile che possa garantire l’ingresso del pubblico tale da consentire una semplice pizza a tutti i giocatori che ogni domenica scendono in campo.

Anzi, andremo a Modica, pagando spese ulteriori.




Elogio sempre quegli sponsor – dice ancora il presidente Arrabito – che ogni anno contribuiscono a sostenere il nostro progetto.

Mi dispiace solo ripetere ogni anno le stesse parole in riferimento alla situazione degli impianti sportivi.

Abbiamo passione, attaccamento alla maglia, un gruppo di persone fantastiche, ma tutto ciò non basta per affrontare un campionato regionale di Promozione.

Abbiamo bisogno DI GIOCARE A SCICLI, con il nostro pubblico.

Ma a quanto pare questa città non ha politici competenti o appassionati di SPORT.

Scusate, è solo uno sfogo personale.”