Tratto dall’entusiasmo gioioso e da quella amicizia che i portatori del Gioia instaurano sotto il peso della vara del “Risorto”, Francesco Di Martino, fotografo, regista ed autore di diverse mostre fotografiche e di documentari, ha tratto dalla festa del Cristo Risorto di Scicli e dai suoi portatori un film documentario dal titolo “All’Aria stu Gioia” – L’uomo Vivo di cui è autore, operatore e regista.

I contenuti del docu-film nascono infatti da diversi incontri, dinamici e significativi, che l’autore ha allacciato con quattro portatori e con le rispettive famiglie. Incontri che ne sono diventati motivi ispiratori e tratti salienti di quella esperienza vivace e comunicativa che il parlato e la descrizione dei momenti salienti dell’uscita della Chiesa del Cristo Risorto sono riusciti a comunicargli ma anche a coinvolgerlo.

Da questi sentimenti è scaturito in Di Martino un interesse progettuale, che si è tramutato in idea ed interesse coinvolgente, sollecitandogli la ricerca prima e la raccolta poi di notizie, immagini, sentimenti e ritualità che proprio questa festa è riuscita a suscitare nel suo animo ma anche in chi vi si avvicina e ne vive il momento. E’ nell’uscita del Risorto che la gioia diventa frenesia irrefrenabile, baldoria, grido di gioia e che, come magia, riesce a trasformare al tempo stesso in cultura e religiosità popolare, in spettacolo ed in folclore.

Su questa idea progettuale l’Associazione “Portatori di Gioia” è riuscita da un lato ad incoraggiare il regista Di Martino a portare a compimento il lavoro avviato e dall’altro ad assumersi economicamente la produzione del film documentario.

L’opera appena completata verrà ufficialmente presentata al pubblico lunedì 11 aprile 2022 al Cinema Italia nel corso di tre proiezioni previste alle ore 18:00, 19:30, 21:00.

L’ingresso al Cinema Italia è previsto in ordine di arrivo ed è gratuito.

Il Docu-film su soggetto originale di Francesco Di Martino che ne ha curato le riprese ed il montaggio, ha avuto come fonico di presa diretta Valentina Luciano, le musiche composte da Pietro Scardino ed eseguite da Pietro Scardino, Davide di Rosolini, Andrea Calabrese e Daniele Basile. Tra i protagonisti si evidenza la straordinaria partecipazione di Vinicio Capossela che funge anche da voce narrante del film. Le animazioni sono di Francesca Tradii mentre le immagini di archivio sono di Giovanni Sarto.