La grandezza del cinema è data dalla possibilità di rendere immortali alcuni momenti. “Endless” è un cortometraggio curato dal giovane sciclitano Giovanni Pellegrino che porta lo spettatore ad interpretare le scene che si aprono proprio con il concetto di tempo: un ragazzo e una ragazza seduti in riva al mare e lui che vorrebbe intrappolare quel momento per viverlo per sempre. La scena poi cambia e si fa brutale con 4 sicari che finiscono un uomo a colpi di pistola: è la scena che Pellegrino sogna di poter girare un giorno. Il lavoro è arricchito da un suggestivo brano inedito

Continua a leggere NoveTv

la nostra Lettura diventa Premium

Sostienici o Accedi per sbloccare il contenuto!

.