«A seguito delle sospensioni delle celebrazioni religiose imposte dai decreti (dpcm), la nostra  Associazione Musicale corpo Bandistico ‘’M°Ottavio Penna’’ Città di Scicli, attraverso i canali di comunicazione sociale, vuole rendere omaggio al nostro Santo Patrono San Guglielmo. Il Santo protettore, in passato, ha sempre propiziato per l’intera comunità di Scicli. Vari i motivi della sua intercessione. Egli veniva invocato durante i periodi di peste (in particolare si ricordi quella del 1626), periodi durante i quali gli Sciclitani erano soliti bere l’acqua in cui erano state immerse le reliquie di San Guglielmo per garantire la fine della peste e la guarigione. Da qui l’usanza, che dura ancora oggi, di mettere durante la festa, ai piedi dell’altare di San Guglielmo, le bottiglie piene d’acqua (una volta i “bummuliddi ri crita”).

Egli veniva invocato anche per guarire i bambini affetti da ernia inguinale: questi ultimi venivano deposti per pochi instanti all’interno dell’urna per far sì che l’ernia guarisse. Infine, ricordiamo la sua invocazione per il dono della pioggia durante i periodi di siccità. Vogliamo perciò sollevare la nostra preghiera a Dio mediante la realizzazione di questo video, durante il quale viene suonato e cantato l’inno di San Guglielmo, nostro Patrono e Protettore, affinché interceda anche oggi, come allora, per la sua Città in questo periodo storico difficile».