Da La Sicilia

di Carmelo Riccotti La Rocca




È una di quelle storie che fanno bene ad una comunità. Raccontare della restituzione di un borsello con all’interno un bel gruzzolo di denaro serve a rendere onore a chi avrebbe avuto l’opportunità di portarsi a casa i soldi, ma invece ha preferito riconsegnarlo al legittimo proprietario.

Si dice che l’occasione fa l’uomo ladro, ma non nel caso di Vincenzo Pelonero, carabiniere ormai in pensione dal 2006 che per ben 17 anni ha prestato servizio a Scicli.

Il fatto è accaduto la settimana scorsa nella centralissima Piazza Busacca.

Il brigadiere capo in congedo si è accorto di un piccolo borsello che era a terra nei pressi di una panchina. Ha compreso subito che qualcuno l’avesse perso così ha controllato i documenti all’interno dello stesso per risalire al proprietario. Dentro c’erano 1500 euro in contanti, carte di credito, bancomat, documenti ed effetti personali. Appena preso, Pelonero ha consegnato il borsello ai carabinieri della Tenenza di Scicli che hanno prontamente rintracciato la persona che lo aveva perso. Si trattava di un cittadino residente a Siena in vacanza nel ragusano.

L’uomo ha voluto sapere il nome della persona che ha ritrovato il suo borsello, un gesto di certo non scontato, per incontrarla e ringraziarla personalmente.

I due si sono incontrati in un bar di Scicli, per sdebitarsi ulteriormente. il proprietario del borsello ha invitato a cena Pelonero e la sua famiglia, il carabiniere in pensione ha apprezzato ma ha rifiutato l’invito precisando di non aver fatto nulla di eccezionale e, soprattutto, ha chiesto a l’uomo di non sentirsi assolutamente in dovere nei suoi confronti.