Per i nostri figli un mare da amare. Sta tutto in questo titolo  l’importanza dell’iniziativa promossa dall’Associazione A.S.D. Octopus Sub Ragusa, che si terrà domenica 15 settembre nel mare di Cava D’Aliga. Sulla scorta di quanto fatto in altri fondali, come ad esempio Calabernardo (guarda l’incredibile video dei rifiuti trovati in 200 metri di specchio d’acqua:

l’Associazione ispezionerà lo specchio d’acqua che va da Punta Corvo a Cava D’aliga.

A volere fortemente l’iniziativa, patrocinata dal Comune di Scicli, è stato il Segretario della “Octopus Sub Ragusa”, Carmelo Mormina, che ha potuto beneficiare del sostegno dei circoli nautici di Cava D’Aliga e Donnalucata.

La manifestazione prevede un’immersione ai fini di esplorare ed individuare eventuali rifiuti giacenti nei fondali delle acque e monitorare il livello dell’inquinamento.

L’iniziativa si svolgerà dalla 9 alle 13, per quell’ora è importante (sarà emanata apposita ordinanza) che non vi siano pescatori nello specchio d’acqua di interesse.