Stasera (domenica 11 agosto) alle 19:30 a Palazzo Spadaro, in Via Mormino Penna, si terrà la presentazione del libro “Il gioco del perdono” di Bernard Rouch.

Il Gioco del Perdono” è il titolo del primo libro di Bernard Rouch, conferenziere internazionale e formatore in tecniche energetiche. La nostra vita è fatta sempre più di scambi interpersonali e di mezzi di comunicazione che si sono moltiplicati, eppure ci sono sempre più incomprensioni, “qui pro quo” che creano malumori e tensioni. Se non vengono sciolti, questi nodi fanno sì che, con il tempo, ci allontaniamo gli uni dagli altri. Se rimaniamo nel nostro dolore, la ferita può restare a lungo, anche per anni, appesantendo i nostri cuori.
Le nostre relazioni sono come il nostro stesso corpo e per mantenersi in vita hanno bisogno di sanare le ferite.

Ecco la ragione d’essere del perdono: è una guarigione dell’anima in profondità. Chiaramente, parliamo del vero perdono, quello del cuore! Molti lo vivono come una debolezza, eppure è più coraggioso della lotta ed è il trionfo dell’amore sull’orgoglio. Saper perdonare significa sapere chiudere un cerchio, sapere girare la pagina per rinnovare una relazione. I sospesi sono una carica che inquina i nostri rapporti umani. Se non sono elaborati man mano, possono uscire fuori in modo esplosivo, irruento, complicando molto le cose.

Quando si parla di perdono, si pensa automaticamente al perdono dell’altro, dimenticando una tappa indispensabile del processo: il perdono di se stessi.
Per questo è essenziale uscire dell’accusa dell’altro e vedere che ogni situazione di conflitto è creata da ambo le parti. Alla fine della conferenza ciascuno potrà vivere, con un esercizio pratico, il messaggio trattato nel libro “Il Gioco del Perdono” per sperimentare il passaggio dal perdono di testa a quello di cuore

Biografia di Bernard Rouch

Nasce a Montpellier (Francia) nel 1968. Ha conosciuto fin dalla primissima infanzia la filosofia spirituale indiana, trascorrendo molti periodi in monasteri tibetani. Fin dall’adolescenza ha sviluppato una grande sensibilità nell’approccio dei corpi sottili e delle realtà di tipo energetico e metafisico, frequentando il gruppo originale che ha riscoperto le Terapie Egizio-Essene. Ha completato i suoi studi conseguendo una laurea in Ingegneria (Diplôme d’ingénieur presso l’Institut National des Sciences Appliquées de l’Etat Français di Tolosa) e un Master all’Ecole Nationale Supérieure des Télécommunications di Parigi. Formatore spirituale, conferenziere e scrittore, insegna, dal 1993, a gruppi di allievi sempre più numerosi in Francia, Spagna, Québec e in Italia.