I genitori lo aspettavano per il pranzo della domenica ma il figlio, Michele Lunetta di 43 anni, continuava a non rispondere dalla sua camera da letto, in un’abitazione al centro di Vittoria, fino alle 18 quando hanno scoperto che era cadavere.

Il medico legale, che ha ispezionato il corpo, ritiene che la morte sia sopraggiunta per un edema polmonare seguito da arresto cardiocircolatorio. Quindi per cause naturali.  La vittima era conosciuta per i suoi precedenti per droga ma secondo quanto riferito dai carabinieri aveva cominciato a seguire un regolare stile di vita. Durante il sopralluogo i militari non hanno trovato nulla di sospetto.  La salma è stata restituita alla famiglia per la celebrazione dei funerali oggi alle ore 17,00. Un corteo dalla via Cialdini partirà per accompagnare il feretro fino alla chiesa di San Giovanni Battista.

Il padre del 43enne è un noto politico in città, Giovanni Lunetta, assessore nella giunta del sindaco Giovanni Lucifora nel 93 e successivamente con Francesco Aiello. Su face book la pagina del padre del  43enne è diventata una bacheca con frasi di cordoglio. La comunità vittoriese è rimasta attonita per la grave e prematura perdita di Michele Lunetta.

Viviana Sammito