Avvicinare i più piccoli alla legalità e alla civile convivenza. Questo il tema portante del progetto voluto dall’Arma dei Carabinieri, e rinnovato anche quest’anno, coinvolgendo gli Istituti Scolastici a delle visite guidate all’interno della Caserma di Vittoria.

L’ultimo appuntamento, svoltosi ieri mattina, con il progetto “Formazione della cultura della Legalità”, in cui gli studenti della quinta classe dell’Istituto Comprensivo “Cap. Puglisi” sono stati accolti all’interno della Caserma dal Comandante della Compagnia, Capitano Giancarlo Pallotta e dal Comandante della Stazione di Vittoria, Mar. Magg. Lancia Riccardo. I piccoli e curiosi scolaretti non hanno perso tempo nel fare domande e capire come funziona una giornata “tipo” tra le Forze dell’Ordine. 


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Nel corso della visita, gli studenti hanno potuto vedere dal vivo e toccare con mano le “gazzelle” dell’ Aliquota Radiomobile, assistendo entusiasti alla spiegazione e alla dimostrazione pratica del funzionamento dei vari strumenti ed equipaggiamenti in dotazione: da quelli necessari al rilevamento degli incidenti stradali, a quelli utilizzati per predisporre i posti di blocco e di controllo, per finire con il sistema “Odino”, il tablet che consente il collegamento diretto con la Centrale Operativa e che i militari di pattuglia utilizzano per identificare le persone.

I piccoli visitatori hanno potuto girare tra i corridoi della Centrale Operariva, entrare negli uffici del Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno avuto delucidazioni su come vengono trasportati in caserma persone da sottoporre a controllo, l’apparecchiatura utilizzata per il fotosegnalamento, con il rilevamento delle impronte digitali e dello Spis. Infine, hanno avuto modo di conoscere Zero, un bellissimo pastore tedesco in servizio presso le Unità Cinofile di Nicolosi e scoprire come il cane viene addestrato e in quale maniera opera nella ricerca di armi, droga o persone scomparse.

Un giorno sicuramente da ricordare quello trascorso dai piccoli studenti dell’Istituto Comprensivo “Cap. Puglisi” che, come se fossero in un set cinematografico, hanno potuto ammirare luoghi e scene come fossero in un film”. E chissà che qualcuno non stia già sognando di fare il Carabiniere da grande…

Natasha Gambuzza 


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});