nicosia omicidio2Svolta nelle indagini dell’omicidio dell’imprenditore vittoriese di 39 anni, Salvatore Nicosia, freddato a colpi di pistola la mattina del 12 settembre nel suo negozio di autoricambi a Vittoria.  Per domani è stata convocata una conferenza stampa in Questura dove saranno illustrati i dettagli dell’operazione che avrebbe portato, dopo circa un mese, a chiudere il cerchio sul delitto. Sono quattro le persone arrestate.  L’omicidio di Nicosia era sembrato, all’inizio, un bel rebus. Tutte le piste erano al vaglio degli inquirenti.

La vittima non aveva precedenti penali, ma solo una denuncia per stalking, presentata dalla moglie e poi dalla stessa ritirata. Era stato descritto come un tipo arrogante e litigioso, tanto che era soprannominato ‘Turi Mazinga’,  perché praticava anche il culturismo sportivo.

E’ probabile che per il suo carattere rissoso abbia provocato qualcuno, che per vendetta lo avrebbe ucciso.

Domani alle 10 i dettagli saranno presentati nella sala “Filippo Raciti” dal capo della Mobile, Nino Ciavola, dal questore di Ragusa, Giuseppe Gammino, dal procuratore capo, Carmelo Petralia e dal sostituto, Andrea Sodani e del dirigente del commissariato di polizia di Vittoria, Rosario Amarù.

Viviana Sammito