“Il provvedimento che ha colpito la citta’ di Vittoria, somma ingiustizia e abuso infondato”. Così l’ex sindaco di Vittoria, Giuseppe Nicosia, che in un lungo documento, fa il punto sullo scioglimento del Comune di Vittoria.

“Alla fine – scrive Nicosia – si e’ concretizzata quella che sin dall’inizio e’ apparsa come la cronaca di una morte annunciata. Un provvedimento che si attendeva e che purtroppo non meraviglia, considerate le forze e le prepotenze che si sono saldate per realizzarlo, ma che amareggia nonostante fosse ormai da tempo annunciato, per la grave ingiustizia che viene perpetrata nei confronti di una citta’ che meritebbe aiuti ed attenzioni istituzionali e continua ad essere invece colpita e avversata.

Un provvedimento talmente, infondato, iniquo, ed immeritato da risultare pero’ ancora piu’ infamante per quanti lo hanno commisionato, confezionato e realizzato.

Il caso di Scicli e’ sin troppo vicino, sia nel tempo che territorialmente per non avere presente come questi provvedimenti talvolta possano essere quanto di piu’ lontano dalla realta’ e dall’impegno di amministratori che si sono invece sacrificati e spesi per istituzioni migliori.




Possiamo dire a fronte alta e senza tema di smentite, che non siano calunniose e pilotate, che, al contrario di cio’ che e’ stato politicamente deciso da questo governo, io e le decine di amministratori e funzionari che mi hanno collaborato abbiamo operato all’insegna della legalita’ e siamo stati il principale presidio ed argine contro la criminalita’ e siamo stati i principali collaboratori ed estimatori delle forze dell’ordine. E non esiste un atto amministrativo che posa dirsi sfiorato dalla criminalita’. E non vi e’ mai stata alcuna corruzione ne’ politica, ne’ elettorale, ne’ economica.

Abbiamo potuto sbagliare o indovinare, essere antipatici o simpatici,capaci o scarsi, ma sicuramente persone per bene e anzi coraggiosi nello schierarci con decisione contro la delinquenza, anche quella politica che oggi presenta il conto.

Si dice spesso che bisogna essere rispettosi della magistratura e io l’ho sempre sostenuto pur sapendo che anche li’ vi sono uomini con i loro ideali, sentimenti, virtu’ e vizi. E proprio perche’ bisogna rispettare le decisioni della magistratura ancor di piu’ il provvedimento contro la citta’ di Vittoria si evidenzia come iniquo.




A fronte di decine di sentenze che hanno attestato in sede amministrativa, civile e penale, la correttezza dell’operato della mia amministrazione e sempre assolto da qualunque infondata accusa, ad oggi non esiste neanche una condanna per multa nei confronti degli ex amministratori, esiste un unico provvedimento giudiziariario conclamato anche dalla cassazione – afferma ancora l’ex sindaco di Vittoria, Giuseppe Nicosia -. Quello che acclara l’illegittimita’ degli atti della procura di Catania per i provvedimenti cautelari che hanno dato origine a quest’atto di prevaricazione nei confronti della citta’.

Vittoria, nelle sue componenti sane, intelligenti, operose e laboriose, culturali, professionali e lavorative, riconquisti l’orgoglio e la vivacita’ che le appartiene e riprenda a progettare e scommettere sul suo futuro, difendendola in ogni sede istituzionale”.