Per il momento il rischio licenziamento per i dipendenti del Corfilac sembra scongiurato, questo almeno quanto emerge dalle rassicurazioni del deputato regionale Giorgio Assenza che si è fatto promotore di un incontro tra i sindacati e l’assessore regionale all’Agricoltura Bandiera.

A lanciare l’allarme erano stati i sindacati  I sindacati CGIL, Cisl Uil e CSA, che avevano spiegato come che 31 di questo mese andrà in scadenza la proroga dello statuto del CoRFiLaC e ad oggi nessuno ha adottato gli atti amministrativi per evitare che lo stesso venga collocato in liquidazione con il conseguente licenziamento collettivo dei dipendenti. La mancata proroga o il possibile rinnovo dello statuto porterebbe alla fine di un organismo di ricerca che ha contribuito, e siamo convinti potrebbe ancora contribuire, allo sviluppo e all’innovazione non solo della filiera lattiero casearia, ma anche nello sviluppo del tessuto economico e produttivo della provincia ragusana e siciliana, dando apporti importantissimi anche per il punto di forza territoriale rappresentato dall’agricoltura.

Siamo più che convinti- hanno scritto ancora i sindacati rivolgendosi al presidente della regione- che la sua giunta regionale non saranno additati come l’organo di governo regionale che hanno decretato la liquidazione di un punto di eccellenza a cui tutto il territorio richiede apporti di ricerca e di organizzazione del modello produttivo, condizione queste che potrebbero fare della Sicilia una regione in grado di accrescere il proprio benessere e l’occupazione.

Gli incontri con la precedente amministrazione regionale sul tema palesato non hanno dato gli effetti positivi a cui aspiravamo, producendo solo l’aggravamento della capacità dell’ente consortile di svolgere pienamente le funzioni per le quali 21 anni fa è stato istituito.

Lunedi l’incontro con Bandiera, che cosa è emerso lo spiega nell’intervista che segue il deputato di Diventerà bellissima Giorgio Assenza: