Nel video che segue un racconto di pochi minuti di Marcello Perracchio.