Si va a sentenza. Si è tenuta ieri mattina, davanti alla Commissione Tributaria provinciale di Ragusa l’udienza decisiva in ordine ai tributi dovuti da Eni ed Edison per le trivellazioni petrolifere nel mare di Scicli.

Erano presenti in udienza il sindaco Enzo Giannone, l’assessore alle tasse Giorgio Vindigni, il ragioniere generale Maria Grazia Galanti, e l’avvocato del Comune, Ferdinando Damario.

L’amministrazione comunale di Scicli ha difeso le ragioni dell’Ente, sostenendo l’imponibilità dell’ICI sulle piattaforme petrolifere che comporta, come naturale conseguenza, anche l’imponibilità ai fini IMU e Tasi.

La giunta ha rifiutato qualunque ipotesi di transazione al ribasso e ha chiesto che la Commissione si pronunci nel merito. E’ attesa la sentenza.