Il gruppo scout AGESCI di Scicli ha festeggiato i 30 anni di attività con un campo di gruppo dal 28 al 30 dicembre a Villa Penna e con un programma di attività volto a coinvolgere i nuovi e i vecchi aderenti all’associazione fondata da Baden Powell  110 anni fa.

Sabato mattina a Villa Penna sono state organizzate dalla branca dei lupetti e delle coccinelle attività per bambini dagli 8 agli 11 anni dal tema “L’albero e il bambino“, mentre il reparto Eden- Brownsea ha condiviso esperienze di pionieristica, realizzando alcune costruzioni proprie di un campo scout.




I ragazzi più grandi, appartenenti al clan Aquarius hanno invece presentato il forum “Scautismo: una marcia in più?” con un focus sullo scautismo e il mondo del lavoro e sull’importanza dello scautismo nella vita. Nel pomeriggio di sabato le attività si sono invece spostate nella cripta del convento della chiesa del Carmine,  con una conversazione sui 30 anni di scautismo a Scicli e la presentazione del libro di Emanuele Guerrieri Ciaceri “Il sorriso di Dio. In ricordo di Paolo Ruta”. Il volume,  edito dal Centro studi e documentazione dello scautismo in Sicilia, è stato presentato da Pippo Scuderi, già responsabile regionale e capo scout AGESCI, e da Nicoletta Tringale, responsabile regionale AGESCI.

“Il sorriso di Dio” è un connubio tra ricerca scientifica e ricerca emotiva, composto da tante testimonianze che ripercorrono la figura di Don Paolo Ruta, essenziale punto di riferimento per il gruppo scout di Scicli.

Durante l’evento sono state anche  proiettate foto inedite degli anni sessanta e della storia del gruppo scout Scicli 1.