carabinieri stivaleContinuano le indagini sulla tentata rapina di ieri pomeriggio in una banca di Via Archimede a Ragusa. I ladri sono scappati dopo avere sentito arrivare le sirene delle pattuglie dei carabinieri. I militari della compagnia di Vittoria stanno cercando di dare un’identità ai due malviventi che sono riusciti a mettere a segno il colpo in una tabaccheria, martedì sera.

Sono entrati in due, con il volto travisato da sciarpe, al Banco Popolare Siciliano, in via Archimede, a Ragusa, ieri pomeriggio. Hanno minacciato con una pistola clienti e impiegati, i quali sono stati anche rinchiusi in una stanza dell’istituto di credito. Successivamente  i rapinatori hanno minacciato il direttore dell’agenzia, ordinando di aprire la cassaforte. Momenti nevrotici durante i quali l’attesa è diventata insofferenza: i ladri sono dovuti scappare perché le casse erano dotate, come quelle ormai di tutti gli istituti di credito, di un’apertura temporizzata che avviene dopo una lungo periodo di tempo, senza possibilità d’intervento da parte del personale.  I balordi nel frattempo hanno sentito avvicinarsi le sirene delle pattuglie dei carabinieri. I  militari hanno saputo del colpo in corso attraverso il piano anti – rapina immediatamente scattato non appena è giunta, alla Centrale Operativa Comando Provinciale Carabinieri, la segnalazione d’allarme da parte della banca. Un sistema che si avvia automaticamente.

I malviventi hanno desistito e sono scappati, per non correre il rischio di restare intrappolati all’interno della banca, considerato l’arrivo imminente delle numerose pattuglie. Le gazzelle dell’Arma hanno effettuato posti di blocco nelle principali vie cittadine, i carabinieri del Nucleo Investigativo hanno acquisito i filmati delle telecamere di video sorveglianza sia dell’istituto di credito e sia dei negozi della zona. Le indagini dunque continuano: solo un dato è certo. I balordi sono italiani. 

Sempre in due e con volto coperto da passamontagna invece sono riusciti  a rubare tremila euro in una tabaccheria di via Neghelli, a Vittoria. il colpo martedì sera, intorno alle 19.45. I due criminali sono entrati con una pistola giocattolo e hanno intimato il cassiere a consegnare l’incasso della giornata. Poi indisturbati sono fuggiti a piedi. Anche in questo caso, i carabinieri della compagnia di Vittoria stanno esaminando le immagini delle telecamere di videosorveglianza per dare un nome ai responsabili della rapina.

Viviana Sammito