Nella zona artigianale di Contrada Zagarone, a Scicli, si effettua il trasbordo non autorizzato di rifiuti? Ha sollevato un vespaio di polemiche il video pubblicato sui social network dalla Consigliera comunale del Movimento 5 Stelle Concetta Morana che ha denunciato l’attività di trasbordo dei rifiuti da parte della ditta che ha in affidamento il servizio di raccolta e smaltimento in un’area non autorizzata e che, per di più, causa lo sversamento di percolato. (Clicca qui per vedere il video)

“Nella mattinata di Mercoledì – racconta Concetta Morana – mi trovavo in Contrada Zagarone per motivi personali quando ho notato un insolito adarivieni di mezzi di proprietà della ditta Puccia. Sono rimasta molto incuriosita dal fatto che questi mezzi passassero pieni di rifiuti e ritornassero indietro vuoti; A quel punto ho deciso di seguire un mezzo cercando di capire dove fosse diretto, così mi sono imbattuta in una area utilizzata dagli operatori per il trasbordo dai mezzi più piccoli ad un compattatore. Ho guardato attentamente l’area in questione accertandomi che vi fossero dei cartelli che indicassero le autorizzazioni necessarie, ma non ho trovato nulla di tutto ciò. In aggiunta– continua la consigliera del M5S Morana- si presentava alla vista e all’odorato un cassone di grandi dimensioni in condizioni alquanto precarie contenente rifiuti di natura biodegradabile con presenza di fuoriuscita di percolato”.

Al video girato dalla consigliera comunale è seguita la presentazione di una interrogazione urgente al Presidente del Consiglio Comunale Danilo Demaio e discussa già nella seduta di mercoledì sera. Con l’interrogazione, inviata anche al Noe e alla Procura della Repubblica di Ragusa, Morana ha chiesto di sapere se gli uffici di competenza fossero a conoscenza delle operazioni di trasbordo effettuate in contrada Zagarone e se le stesse sono effettuate a norma di legge. Inoltre la consigliera pentastellata ha chiesto se il cassone contenente l’umido sia rispettoso delle normative vigenti e quali siano i propositi dell’ Amministrazione Giannone riguardo gli effettivi controlli sulla regolarità dell’esecuzione del contratto in essere.

La diffusione del video ha spiazzato l’amministrazione comunale, il primo cittadino, Enzo Giannone, ha elogiato il lavoro della consigliera di opposizione.

La risposta è toccata, invece, all’assessore all’ecologia Lino Carpino che si è riservato di fare le dovute verifiche prima di fornire una risposta per iscritto. Già nel pomeriggio di mercoledì, comunque, Carpino ha effettuato un sopralluogo nell’area in questione per accertarsi di persona dello stato dell’arte rilevando e segnalando anche la presenza, all’interno di un’area, di amianto. “Abbiamo già provveduto a convocare la ditta Puccia – ha affermato Carpino- alla quale chiederemo spiegazioni su quanto denunciato dalla consigliera Concetta Morana. Dal video in questione appare evidente che il cassone non fosse a norma, per il resto approfondiremo anche se debbo dire, non per minimizzare, che quando ho effettuato il sopralluogo, l’area in questione era pulita. L’appuntamento con i responsabili della ditta Puccia è stato fissato per stamattina a palazzo di città.

Sulla questione è intervenuta la Parlamentare  Regionale del M5S Stefania Campo: ” L’attenzione per l’ambiente è sempre stato un tema centrale dei nostri programmi pertanto continueremo a svolgere attività ispettiva e a denunciare le irregolarità che, dalla scala più piccola di intervento a quella più grande, rischiano di causare danni ambientali ai nostri luoghi. In particolare, quando fanno parte di un territorio patrimonio Unesco, come Scicli, la nostra soglia di attenzione è ancora più alta. Sosteniamo la denuncia della nostra consigliera Morana e siamo pronti a sottoporla anche al parlamento regionale in maniera da dare a tale vicenda tutta l’attenzione che necessita. D’altronde la mia partecipazione in Commissione Ambiente non può che essere messa sempre a disposizione del nostro territorio.”

Carmelo Riccotti La Rocca

La Sicilia