di seguito la nota a firma di Giuseppe Implatini, presidente di Cambiare Scicli




“L’Amministrazione Giannone riconferma gli aumenti dei tributi locali anche per l’anno 2019 nonostante gli 11 milioni di ICI – IMU – TASI da introitare a seguito dell’accordo conciliativo con la piattaforma petrolifera di ENI SPA – EDISON SPA. Restano pertanto ai massimi livelli le aliquote Imu – Tasi – Addizionale Irpef e si riconfermano anche le elevate tariffe per i Canoni di Occupazione Suolo Pubblico e Imposta di Soggiorno.

Ulteriore aumento della Tariffa Idrica

Oltre a ciò il consiglio comunale – con delibera n. 17 del 30/3/2019 – ha approvato l’aumento della tariffa idrica per tutte le utenze (domestiche residenziali e non – commerciali e artigianali – uso agricolo zootecnico) nonché per tutte le fasce di consumo. Infatti, dal raffronto delle tariffe 2018 con quelle del 2019, emerge chiaramente tale aumento. Invece l’Assessore Vindigni ha dichiarato che “la tariffa dell’utenza domestica residenziale rimane inalterata rispetto all’annualità 2018”, Ciò non risulta assolutamente veritiero.

Inoltre è stata introdotta illegittimamente una nuova tariffa per le utenze sociali ridotta del 50% rispetto a quella delle utenze domestiche residenziali, in sostituzione del bonus idrico, stabilito dall’art. 60 della legge n. 221/2015 e attuato con il D.P.C.M. 13/10/2016. che avrebbe consentito di non pagare un quantitativo minimo di acqua a persona pari 18,25 mc all’anno per ogni componente della famiglia in condizioni di disagio economico sociale, con indicatore ISEE non superiore a 8.107,5 euro e non superiore a 20.000 euro per le famiglie con almeno 4 figli a carico. Per cui una famiglia di 5 persone avrebbe fruito di un consumo gratuito di acqua di 91,25 metri cubi.

Infine è stato determinato il costo complessivo del servizio idrico integrato 2019 nella misura di €. 2.374.339 che risulta errato perché in detto costo è stata ricompresa una quota di pagamento di una fattura elettrica di conguaglio senza documentarne l’esistenza e senza indicarne numero, data e importo complessivo nella delibera di cui sopra.

Inoltre sono state quantificate economie di spese del servizio idrico integrato dell’anno 2017 di € 470.000 senza indicare i dati contabili attraverso i quali si è determinato detto importo. Invece i dati contabili certificano economie di spesa di € 1.243.574,71 derivanti dalla differenza tra il l’importo complessivo del ruolo idrico 2017 di € 2.853.912,27 e il costo del servizio idrico integrato 2017 di € 1.610.337,56 attestati nella determina n. 64 del 22/5/2018 e nell’allegato e) del rendiconto del 2017 – missione 9 – rigo 04.

Pertanto l’esatto costo complessivo da finanziare con la tariffa idrica 2019 è pari a € 1.136 994 (allegato prospetto calcolo) anziché a €. 2.374.339. Pertanto, fino a prova contraria, la tariffa idrica 2019 risulta maggiorata di oltre il 50% perché il costo complessivo previsionale 2019 da finanziare si riduce a € 1.136 994.

Di conseguenza inoltreremo apposita richiesta di rettifica della tariffa idrica da ridurre di almeno il 50% in conseguenza del ridotto costo da finanziare (€ 1.136 994). Ci riserviamo inoltre ogni ulteriore azione a tutela dei diritti dei cittadini-utenti del servizio idrico.

Per completezza di informazione si specifica che l’aumento della tariffa idrica 2019 è stato approvato da tutti consiglieri (escluso Bonincontro assente) e voto contrario dei soli consiglieri di Forza Italia Marino Mario e Giannone Vincenzo. Ma dobbiamo anche rilevare che il consigliere Morana Concetta del M5S ha votato a favore dell’aumento della tariffa idrica.

 

Tassa Rifiuti 2019

Per quanto riguarda la diminuzione della tariffa sulla Tassa Rifiuti nella misura dell’11% deriva esclusivamente da due fattori:

1. dall’incremento delle superfici tassabili per l’anno 2019 nella misura del 6,24 % ;

2. da un lieve incremento della raccolta differenziata che ha prodotto una riduzione del costo del servizio rifiuti:

Perciò non è merito di questa amministrazione la riduzione della tariffa rifiuti che è stata ridotta grazie ai sacrifici dei cittadini che hanno incrementato la raccolta differenziata. Va anche sottolineato che questa amministrazione non ha fatto nulla per riorganizzare la gestione della raccolta rifiuti in modo da ridurre i costi di gestione ed abbassare la tariffa in maniera significativa.

Pertanto la riduzione delle tasse a Scicli è soltanto una favola !!!!!”