Scicli – SOS Scicli crolla: L’allarme lanciato dal PD

fornace penna novetvCROLLATA la Democrazia.

Con il Commissariamento, che avrebbe dovuto attenzionare tutti gli eventi critici, riscontrati dalla commissione prefettizia (?), nell’interesse degli abitanti del Comune e del Territorio, i Cittadini, oltre ad avere subito l’innalzamento al massimo delle tasse comunali, si sono visti spogliare di tutti quei servizi di assistenza sociale che con dure lotte si erano conquistati negli anni come: gli Asili nido; l’assistenza agli anziani; l’aiuto ai bambini del Rosario oggi garantito da privati e da associazioni che donano i loro utili; servizi sportivi inefficienti o, se efficienti, chiusi; Opere pubbliche complete ma non ancora in funzione (vedi Via Noce); etc.;etc.. E, non ultime, le beffe subite dai regali che la Triade Commissariale, composta dalla Dott.ssa D’Aquino Antonietta; Dott.ssa Giallongo Tania e Dott. D’Erba Gaetano, hanno fatto al Comune di Modica ed Ispica riducendo di parecchi milioni il debito che i due Comini avevano nei confronti del Comune di Scicli e che avrebbero potuto risolvere parte delle  esigenze economiche comunali. Compito che, con il commissariamento, era stato affidato alla Triade Commissariale.

Sarebbe bello, oltre che democratico, far conoscere ai Cittadini di Scicli come saranno spesi dai due comuni i soldi che avrebbero dovuto darci (?); e come sono stati e come saranno spesi i ricavi della tassa di soggiorno e dell’aumento di tutte le tasse comunali dal Comune di Scicli?

Ma, dopo due anni, per fortuna la prossima primavera non è lontana.

 

CROLLATO il costone di Via Milano a Sampieri

    Da circa un ventennio la Capitaneria di Porto di Pozzallo, il Genio Civile di Ragusa ed il Comune di Scicli hanno ordinato la chiusura del traffico della Via Milano, ricadente nel centro abitato di pertinenza comunale e, nonostante i finanziamenti con cui sono stati redatti lo studio geologico ed il progetto di consolidamento (che fine hanno fatto?), ad oggi, anzi a ieri, sono state messe solo le transenne ed i cartelli di divieto.

19 agosto 2016 Ulteriore crollo di quello che era rimasto del costone roccioso mettendo a serio rischio le abitazioni a ridosso ed eliminando del tutto l’accesso, carrabile e pedonale, ad una zona di sicuro interesse, dove insiste l’ormai famoso “Puzzu ra zà Vanna”, che serviva anche per raggiungere la spiaggia di Costa di Carro.

CROLLATO il costone di Punta Bruca.

Continuano i crolli dei massi del costone di Punta Bruca.

Da oltre un decennio, dopo opportuni sopralluoghi del Genio Civile; della Protezione Civile e del Comune, è stato chiuso l’accesso alla piccola, ma suggestiva, spiaggia rendendola utilizzabile solo dai privati che vi si affacciano. Oggi, vista la mancanza di interventi di consolidamento, continuano i crolli con il rischio di vedere sparire per sempre la punta Bruca e la stessa “spiaggetta”.

CROLLATA la parte alta della Ciminiera e delle navate dell’ex Fornace Penna.

                                                      

 

0 Comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Comment

 
 



 

Vertical Slideshow

Visite

  • 301 Moved Permanently
» wp.com stats helper

Nove & NoveTV

Iscritta presso il tribunale di Modica, n° di Iscrizione 2/2010.

Direttore Responsabile Carmelo Riccotti La Rocca.
Responsabile generale NoveTv, Giovanni Giannone

 
Testata iscritta presso il Tribunale di Modica,al n. 2/2010. Direttore Responsabile Carmelo Riccotti La Rocca