RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Al Direttore Generale

Dell’ASP7 di RAGUSA

Alle Organizzazioni Sindacali

Aziendali

 




 

Da tempo, da parte di alcuni utenti, abbiamo appreso che è stata data attuazione alla scelta di ridurre il personale infermieristico del punto prelievi del Presidio Ospedaliero di Scicli.

Questo servizio, a seguito di tale riduzione, vive ora in una situazione di assoluta precarietà, che, oltre a mortificare la professionalità ed il ruolo del personale infermieristico, crea inevitabilmente lunghe attese all’utenza costretta a sostare per ore lungo un corridoio, sicuramente non paragonabile ad una sala d’attesa. E’ da mesi che chiediamo il ripristino dell’organico originario, ma nonostante i ripetuti solleciti avanzati nelle sedi ufficiali, a tutt’oggi non si è riscontrato nessun segnale positivo. Vorremmo capire come tutto ciò sia avvenuto e se nella scelta operata si è tenuto conto delle conseguenze che la stessa ha sull’utenza Sciclitana.

Proprio oggi, a seguito di una nostra visita presso i locali del punto prelievi del “Busacca”, abbiamo avuto conferma di quanto succitato, abbiamo assistito ad uno spettacolo sconfortante, un elevato numero di persone (circa venti) in attesa del proprio turno, riversate nel corridoio del Piano Terra della Direzione Sanitaria, con una sola infermiera addetta ai prelievi.

Inoltre, siamo venuti a conoscenza dell’imminente trasferimento della direzione sanitaria in uno dei due locali attualmente utilizzati a sala prelievi, con ulteriore restrizione di spazi, già ritenuti insufficienti.




Con queste premesse, Dott. Aliquò, crediamo che si renda necessario ed urgente, un suo intervento per evitare che un intero territorio come quello di Scicli, venga penalizzato da scelte quanto meno superficiali, lontane da qualsiasi tipo di  programmazione ed ottimizzazione dell’offerta sanitaria. A nostro avviso, la programmazione sanitaria deve passare da sinergie serie e concrete, con le Istituzioni che ogni giorno, vivono, ascoltano e cercano di risolvere i problemi dei cittadini, consapevoli che le scelte possono essere anche sofferte, ma che devono mirare ad un reale miglioramento della qualità dei servizi e non come in questo caso, ad una riduzione. Siamo certi del fatto che il problema principale è quello delle scarse risorse umane e finanziarie, ma chiediamo che qualunque decisione, in materia di servizi essenziali, quali quelli che riguardano la salute pubblica, venga presa a favore degli utenti e non a loro discapito.

Pertanto, così come già dimostrato in occasione dell’imminente apertura del centro di riabilitazione per neurolesi I.R.C.C.S. Bonino Pulejo di Messina, presso la nostra struttura ospedaliera, confidiamo nella sua sensibilità e nella sua indubbia capacità di recepire le istanze provenienti dal nostro territorio. Nel contempo, siamo certi di un suo provvidenziale e veloce intervento al fine di ripristinare le condizioni di efficienza originaria del servizio prelievi del nostro presidio ospedaliero di Scicli.

Cordialità.

Scicli 09.05.2019

I Consiglieri Comunali di FI Scicli

Enzo Giannone e Mario Marino