Scicli – Impianto trattamento rifiuti pericolosi: si è svolto un incontro al Municipio. Il Comune chiederà riapertura procedura Aia alla Regione

acifValutare tutti i margini per verificare l’esecutività dell’Aia, l’Autorizzazione Integrata Ambientale, su un piano tecnico-legale. Si è tenuta stamani nella stanza del sindaco di Scicli la riunione fra gli enti coinvolti nella vicenda dell’autorizzazione dell’impianto di trattamento rifiuti in contrada Cuturi.

Erano presenti il sindaco Enzo Giannone, gli assessori Viviana Pitrolo e Lino Carpino, gli ingegneri Guglielmo Carbone e Guglielmo Spanò, la dottoressa Valeria Drago, il presidente del consiglio comunale Danilo Demaio, il dottor Luigi Bongiovanni, dello Spresal dell’Asp di Ragusa, il dott. Salvatore Aprile, dell’Asp, il geologo Salvatore Bommestieri, l’agronomo Massimo Sapione, Salvatore Fede, dell’ufficio Via Vas del Libero Consorzio ex Provincia di Ragusa. Erano assenti i rappresentanti del Genio Civile, della Sovrintendenza di Ragusa e dell’Arpa.

La giunta Giannone ritiene che la viabilità al servizio dell’impianto sia del tutto inadeguata alla struttura di tipo industriale che si vorrebbe far nascere, e che il conferimento delle acque trattate nel torrente debba essere opportunamente e finalmente vagliata da Sovrintendenza e Genio Civile.

La Sovrintendenza ha giustificato la propria assenza asserrendo che l’area di Cuturi non è sottoposta a vincolo. In verità, è parere dell’amministrazione che la Legge Galasso obblighi la Sovrintendenza a occuparsi del tema alla luce del conferimento delle acque trattate nel torrente Modica-Scicli.

Al termine di un confronto approfondito, l’amministrazione comunale ha scelto di rivolgersi all’Assessorato competente della Regione per chiedere la riapertura della procedura dell’Aia, alla luce della volontà espressa dalla comunità, e interpretata oggi da un’amministrazione democraticamente eletta, di impedire che sorga un impianto di trattamento di rifiuti pericolosi e non nella immediata periferia della città.

Il percorso amministrativo individuato è la richiesta all’assessore regionale Maurizio Croce del riesame dell’Aia alla luce di alcune lacune nella procedura che hanno portato alla autorizzazione attuale.

 

0 Comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Comment

 
 



 

Vertical Slideshow

Visite

  • 301 Moved Permanently
» wp.com stats helper

Nove & NoveTV

Iscritta presso il tribunale di Modica, n° di Iscrizione 2/2010.

Direttore Responsabile Carmelo Riccotti La Rocca.
Responsabile generale NoveTv, Giovanni Giannone

 
Testata iscritta presso il Tribunale di Modica,al n. 2/2010. Direttore Responsabile Carmelo Riccotti La Rocca