Consiglio comunale ieri a Scicli.

Approvato il Piano triennale delle Opere pubbliche 2017-2019 e  il Rendiconto 2016. Proprio al momento del voto sul rendiconto 2016 i sei consiglieri di minoranza hanno deciso di alzarsi e lasciare l’aula consiliare.

“Al momento del voto sul rendiconto 2016 abbiamo abbandonato l’aula, poichè abbiamo tentato in tutti i modi e in tutte le sedi di chiedere chiarimenti mai ottenuti sul rendiconto – fanno sapere i consiglieri di minoranza -. Solo prima del consiglio, in sede di approvazione abbiamo potuto avere un confronto con i Revisori dei Conti e su alcuni punti non c’è stata alcuna chiarezza!Non potevamo sottoscrivere un documento di tale importanza!La maggioranza ha ampiamente il numeri per governare e quindi governi pure ma noi siamo uscite per dire con chiarezza che il Consiglio merita rispetto e chiarezza, non saremo certo noi ad ostacolare la “celerità ” di questa maggioranza” – concludono i consiglieri di minoranza.

Proprio i Revisori avevano detto prima di passare alla votazione, di aver dato parere favorevole al consuntivo 2016 poichè: “si tratta del miglior rendiconto che si poteva fare. Il meglio degli ultimi anni, anche se non è il migliore in assoluto”.

Il consigliere Claudio Caruso durante la dichiarazione in aula afferma di non essere stato coinvolto e non avendo avuto la possibilità di parlare con i revisori ha invitato i suoi colleghi dell’opposizione a lasciare l’aula. Eccoli infatti nel video, guidati da Caruso, ad uno ad uno lasciano i lavori anche: Rita Trovato, Concetta Morana, Mario Marino, Marianna Buscema e infine Giannone. Il consigliere Mario Marino aveva manifestato la decisione di astenersi dalla votazione, poi invece è uscito dall’aula e non è più rientrato per trattare gli altri punti inserti all’o.d.g. Oltre a Marino anche Buscema e Caruso non sono più rientrati per continuare i lavori.