enzo giannone assessori 2Il sindaco di Scicli Giannone è intervenuto stamattina sulla revoca in autotutela di una delibera della Commissione straordinaria che destinava i locali dell’asilo nido ad un ente di Palermo che doveva aprire a Scicli un centro per l’autismo. Ieri l’amministrazione comunale ha revocato in autotutela la delibera

“Qualcuno – sempre gli stessi peraltro, riconducibili ad una precisa parte politica – ha cominciato strumentalmente sui social a scrivere su questa decisione, paventando che questa struttura possa finire a Modica – afferma il Primo Cittadino -. Fermo restando che non abbiamo mai ascoltato questi soggetti politici parlare dello smantellamento delle strutture sanitarie dell’Ospedale “Busacca” e del loro trasferimento a Modica, riteniamo che ci siano le condizioni per cui comunque il centro possa essere aperto a Scicli, non finendo in altre città della provincia. Il centro finirà dove deve finire – scrive il Sindaco -. Cioè in un’altro contenitore esistente a Scicli, possibilmente all’interno delle tante strutture inutilizzate proprio dentro l’ospedale “Busacca”. Certamente non in un locale del Comune dove deve essere riaperto quanto prima l’asilo nido”.

Giannone poi interviene sulle modalità con cui i locali erano stati destinati a questa associazione: “Inviteremmo piuttosto a riflettere sulle modalità, poco trasparenti, con cui i locali dell’asilo nido erano stati destinati all’uopo. Comunque tutto ciò si comunicherà adeguatamente nel corso della giornata, in tutte le sedi competenti. E riteniamo che altri, e certamente non l’amministrazione comunale, saranno coloro i quali dovranno dare spiegazioni alla comunità”.