In merito alla bocciatura della proposta di intitolazione di uno spazio pubblico a Scicli, alle Vittime delle Foibe e della Shoah, RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO  una nota a firma del Coordinamento Forza Italia Giovani Scicli.

Ve lo proponiamo qui di seguito




Con grande stupore, ma rispettosi della volontà del Consiglio, prendiamo atto del mancato passaggio della nostra proposta, magistralmente esposta come mozione dai Consiglieri Marino e Giannone, di intitolazione di uno spazio pubblico alle Vittime delle Foibe e della Shoah. Siamo convinti che non sussistevano e sussistono elementi validi, anche solo lontanamente sensati, per non considerare positiva tale proposta. Una proposta che avrebbe segnato un precedente storico per Scicli e la Provincia: infatti si sarebbe trattata della prima intitolazione di una piazza alle vittime di queste due tragedie tra i comuni ragusani. Il Consiglio, in imbarazzante controtendenza rispetto agli altri comuni italiani, ha deciso di percorrere una strada tortuosa che non ha nulla di onorevole. Non siamo rammaricati per il mancato risultato da un punto di vista politico, a differenza di altri che antepongono i paraocchi ideologici su tutto e tutti, ma lo siamo da un punto di vista umano, poiché volevamo solo rendere onore alle migliaia di connazionali infoibati dai partigiani di Tito ed ai milioni di ebrei uccisi dal nazismo. Premesso che spetterà a coloro che hanno assunto una posizione non favorevole (astenuti e contrari) spiegare sia a noi che ai concittadini il motivo per cui non hanno voluto dedicare uno spazio pubblico alle vittime della Shoah e delle Foihbe, crediamo che quanto avvenuto sia una bruttissima ed indelebile macchia nella storia del Consiglio Comunale di Scicli. Contestualmente ringraziamo coloro che hanno votato favorevolmente (Marino, Giannone e Buscema).

Inoltre, ad accentuare la gravità del mancato passaggio della mozione, vi è anche l’assenza del minuto di silenzio per le vittime delle Foibe e della Shoah. Un minuto di silenzio che, oltre ad essere contenuto nel testo della mozione, era stato ampiamente richiesto tramite pubblico appello al Presidente del Consiglio Comunale. Nonostante quanto avvenuto in Aula, un caso più unico che raro a livello nazionale, siamo soddisfatti per due grandi risultati ottenuti: l’aver portato, per la prima volta nella storia di Scicli, il Consiglio a trattare due temi come le Foibe e la Shoah; l’aver constatato, tramite messaggi privati ed alla nostra pagina Facebook, che molti concittadini, in particolare i nostri coetanei, erano e sono dalla nostra parte sulla necessità di ricordare a Scicli la tragedia dimenticata delle Foibe. In definitiva, nonostante il mancato passaggio della mozione, che verrà certamente ripresentata a tempo debito, continueremo, con la solita tenacia e umiltà, la nostra attività di opposizione extra-consiliare. Nei prossimi giorni, oltre all’abituale attività di denuncia delle moltissime criticità del nostro territorio, presenteremo importanti proposte riguardanti tematiche prettamente giovanili. Come sempre, da oggi ancora di più, saremo una voce fortemente critica verso ciò che non funziona nella nostra splendida Scicli.

Coordinamento Forza Italia Giovani Scicli