I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Modica ed i Finanzieri della Compagnia di Ragusa hanno tratto in arresto in flagranza un cittadino albanese, per resistenza a Pubblico Ufficiale ed evasione dagli arresti domiciliari.

L’intervento delle pattuglie impegnate nel controllo del territorio era stato richiesto nel corso della notte in un pub della centralissima via Mormino Penna di Scicli, dove un  albanese di 31 anni, aveva iniziato ad infastidire gestori e clienti, mettendo a soqquadro tutto il locale e distruggendo alcuni suppellettili.

I militari arrivati in pochi minuti sul posto hanno identificato l’uomo come un soggetto agli arresti domiciliari, che si era allontanato arbitrariamente dal proprio domicilio.




Alla richiesta dei documenti, il giovane si è rifiutato di fornire le proprie generalità tentando di opporsi al controllo, ed ha proferito frasi sconnesse in evidente stato di ubriachezza.

I militari hanno, quindi, proceduto all’arresto in flagranza di A.L., e lo hanno sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione del P.M. di turno della Procura di Ragusa, dott. Fornasier.

L’operazione rappresenta il primo arresto in flagranza del 2019 in provincia di Ragusa, e sottolinea la proficua collaborazione tra le due Forze di Polizia.