Scicli – Causarano attacca Minardo: “le elezioni non si sbloccano con un comunicato”, la replica di Giannone: #Marcostaisereno

marco causaranoIl consigliere Marco Causarano ha criticato il deputato di Ncd Nino Minardo per il comunicato diramato per annunciare lo stop al commissariamento, ecco il contenuto del coomunicato:

Atteso che gli sciclitani hanno ben compreso il tentativo (tardivo!) di alcuni di recuperare attorno alla vicenda dello scioglimento per mafia da parte di chi lo aveva avallato come “l’unica soluzione possibile
(…) dolorosa ma inevitabile”, chiediamo all’On.le Nino Minardo (che venerdì scorso ha dichiarato di avere ricevuto da Angelino Alfano “la notizia della fine del commissariamento per mafia del Comune di Scicli”), che torni a chiedere allo stesso Ministro degli interni di trasmettere la medesima notizia – con nota ufficiale e con le formalità del caso – anche all’Assessorato Regionale agli enti locali della Regione Sicilia dove, fino ad oggi, nulla di ufficiale risulta. Tutti sappiamo, infatti, che un comunicato stampa non basta per sbloccare l’iter elettorale di un ente locale che ha subito un commissariamento ingiusto e che adesso ha necessità di ripristinare gli organismi democraticamente eletti in tempi certi. La città ha voglia di scegliere i propri rappresentanti dopo un periodo triste e negativo per la vita della comunità; periodo nel quale molti protagonisti della recente storia politica amministrativa si sono nascosti e – nel silenzio generale – hanno tentato di rifarsi una verginità politica. Per quanto ci riguarda diciamo da subito che saremo aperti al  confronto, cercheremo di coinvolgere ampi segmenti della società, consapevoli però che – dopo il 29 aprile 2015 – niente può essere come prima. Da sottolineare, infine, come dallo stesso comunicato del deputato del Nuovo Centro Destra abbiamo appreso con vivo stupore che il provvedimento antimafia di Scicli si sia reso necessario perché al Comune vi erano delle “illegittimità di carattere amministrativo”. E noi che pensavamo che per commissariare un Comune per mafia occorressero le infiltrazioni mafiose…
Enzo-Giannone1-225x300Pronta la replica di AreaPopolare che, per bocca di Enzo Giannone, risponde al segretario del secondo circolo del PD:

Capiamo l’imbarazzo de Sig. Marco Causarano dopo aver  appreso dello stop al commissariamento del Comune di Scicli, imbarazzo che gli ha provocato molta preoccupazione, per questo lo invitiamo a stare sereno. Ci preme ricordargli che il circolo nel quale ricopre la carica di segretario è del Pd, partito di riferimento del Presidente del Consiglio Renzi e al quale dovrebbe rivolgersi per avere i chiarimenti che chiede all’on. Minardo, dall’iter elettorale alle motivazioni del commissariamento. Questo la dice lunga su quanto rilevante sia l’influenza dei rappresentanti del partito  a Scicli e del suo “Dante Causa” nei confronti dei riferimenti nazionali del Pd. Marco Causarano ha certamente memoria corta su quanto accaduto nelle settimane precedenti il commissariamento allorquando qualche consigliere, così attaccato alla poltrona, ha assunto un atteggiamento tale da far agire la Magistratura nell’unico modo possibile!!!! Invece di continuare a urlare perché non  chiedete alla Regione o meglio  al vostro Presidente Crocetta di attivarsi per fissare presto la data delle elezioni invece di scavare sottoterra, con sotterfugi e scappatoie per rinviare il voto. #marcostaisereno! Nessun  problema, le elezioni si terranno nel turno straordinario  in una domenica compresa tra il 15 ottobre e il 15 dicembre, la normativa parla chiaro, un motivo in più per dormire tranquillo!!!!

 

 

0 Comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Comment

 
 



 

Vertical Slideshow

Visite

  • 301 Moved Permanently
» wp.com stats helper

Nove & NoveTV

Iscritta presso il tribunale di Modica, n° di Iscrizione 2/2010.

Direttore Responsabile Carmelo Riccotti La Rocca.
Responsabile generale NoveTv, Giovanni Giannone

 
Testata iscritta presso il Tribunale di Modica,al n. 2/2010. Direttore Responsabile Carmelo Riccotti La Rocca