Maurizio AricòUna manifestazione pubblica con un sit – in di protesta martedì 11 luglio  alle ore 9.30 in Piazza Igea a Ragusa, per chiedere l’immediata rimozione del direttore generale, Maurizio Aricò e la nomina di un commissario ad acta per la gestione del trasferimento, in tempi brevi e nella massima sicurezza, al Nuovo Ospedale di Ragusa.

Questa è la decisa presa di posizione della Cgil rispetto alla critica situazione in cui versano gli ospedali di Ragusa e l’intera rete ospedaliera iblea che crea grande preoccupazione a motivo del caos provocato con la stucchevole vicenda del trasferimento dei reparti nel nuovo ospedale Giovanni Paolo II.

Tale situazione, come si sia, ha determinato lo stop all’attività di reparti, comprese le sale operatorie e ambulatori a Ragusa, mentre gli ospedali di Modica e Vittoria rischiano di non poter fare fronte a tutte le richieste di prestazioni sanitarie.

“ La gestione di questa vicenda, commenta Peppe Scifo, segretario generale della Cgil di Ragusa, dimostra ampiamente l’incapacità dell’attuale dirigenza dell’Asp, tanto è vero che è intervenuta la magistratura evidenziando gravi inadempienze sul piano tecnico e procedurale.

E’ del tutto evidente, conclude Peppe Scifo, che l’attuale direzione dell’ASP è totalmente delegittimata visto il caos, l’improvvisazione e i rischi per la salute pubblica che si sono creati a Ragusa e nell’intera rete ospedaliera”.