guardia di finanzaLa guardia di finanza ha sequestrato oltre 100.000 articoli di carnevale privi del marchio di conformità “ce” e non sicuri per un valore commerciale di circa 300.000,00euro.

Sono stati sequestrati costumi, maschere, gadget, bombolette spray colorate e stelle filanti, tutti privi del marchio “CE” identificativo della comunità europea. In questo caso la guardia di finanza ha sottratto al mercato prodotti recanti il marchio “China Export”.  In tutto il materiale messo in vendita in un megastore etnico a Ragusa e sequestrato ha un valore commerciale di circa 300mila euro e sono 100mila i pezzi potenzialmente nocivi. Il rappresentante legale della società è stato segnalato alla Camera di Commercio per le violazioni al codice del consumo che prevedono  sanzioni fino a 25.000 euro, la confisca e distruzione dei prodotti sequestrati.

L’assenza della dichiarazione di conformità indicata con il marchio “CE”, tra i tanti previsti dalla legge, costituisce un indizio di grosso pericolo per l’acquirente. I relativi prodotti risultano prevalentemente assemblati con materiali scadenti, comunque non controllati,

Quello della sicurezza dei prodotti è un comparto operativo che la Guardia di Finanza ormai da tempo tiene sotto controllo – hanno fatto sapere dal comando provinciale –  consapevole del fatto che il consumatore, ammaliato dai prezzi allettanti dei prodotti, non considera i rischi a cui va incontro nell’acquistare beni non sicuri.

L’attività di contrasto ad ogni forma di frode è tipica del ruolo di polizia economico finanziaria svolta dal Corpo, rivolta alla tutela dell’economia e delle imprese sane, nonché a difesa della libera concorrenza tra tutti gli operatori di mercato.

Viviana Sammito