Conferenza stampa alle ore 11 presso il Comando Provinciale dei Carabinieri di Ragusa.

La convocazione per illustrare un’attività di Polizia Giudiziaria svolta dalla compagnia di Ragusa in relazione all’arresto di un soggetto per il reato di rapina.

AGGIORNAMENTO ORE 13:15

I Carabinieri della Compagnia di Ragusa, nella nottata di ieri, all’esito di ininterrotte indagini condotte a seguito di una rapina perpetrata nei giorni precedenti, hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto TRAY FOUED BEN FRAJ, 35enne tunisino, pregiudicato.

Il Tray Foued infatti, si introduceva nella proprietà agricola della vittima che, sorpresa alle spalle, veniva minacciata dal Tray che brandiva un coltello e la induceva così a farsi consegnare la somma di 180,00 euro. Per questi motivi i militari dell’Aliquota Operativa di Ragusa intraprendevano da subito un’attività sistematica di verifica ed acquisizione delle immagini degli impianti di video sorveglianza della città in quanto il Tray era stato avvistato aggirarsi con una golf nera. Riuscivano così ad individuare il veicolo utilizzato dal Tray nella giornata della rapina. Tale particolare investigativo indirizzava le indagini nel Comune di Ispica ove, a seguito di attività di osservazione, controllo e pedinamento, venivano ulteriormente acquisiti i video di un benzinaio, che acclaravano in maniera evidente come il Tray, la cui identità al momento risultava ancora sconosciuta, si fosse impossessato dell’autovettura di proprietà di un suo cugino che, ignaro di tutto, si trovava a lavorare nelle serre.




Le attività investigative risultavano così di grande complessità soprattutto a causa della irreperibilità dell’autore del reato, talché neppure le ricerche del prevenuto presso la sua residenza di Mascalucia (CT) sortivano gli esiti sperati. Di grande importanza è stata la segnalazione della vittima nella mattina del 25 ottobre, grazie alla quale si apprendeva che il Tray veniva notato aggirarsi nella contrada Tribastone.

Venivano così diramate le ricerche in quelle campagne consentendo peraltro agli inquirenti di poter restringere il campo di azione. La perseveranza dei militari dell’Arma veniva premiata nella notte del 25 ottobre quando, notata la presenza di un’autovettura sospetta sul ciglio della strada provinciale 25 all’altezza della contrada Giubiliana, gli inquirenti, a seguito di un mirato servizio di appostamento e osservazione dei luoghi, decidevano di attendere il momento propizio per effettuare un controllo degli occupanti dell’autovettura sospetta. Tale circostanza consentiva di bloccare detto veicolo e rintracciarvi all’interno il Tray Foued che tentava in tale maniera di darsi alla fuga e far perdere le proprie tracce.

Il Tray non era nuovo alla giustizia tant’è che già nel febbraio del 2007 veniva sottoposto a fermo di indiziato di delitto dai militari operanti poiché responsabile della violenza e omicidio ai danni di un pensionato modicano. Per quell’omicidio aveva già scontato 10 anni e 9 mesi di carcerazione.

Al termine delle formalità, il giovane è stato associato presso la casa circondariale di Ragusa in attesa di giudizio, su disposizione del PM della Procura di Ragusa, Dott. RICCIO. Il fermo di PG è stato successivamente convalidato dal GIP Dottor Claudio Maggioni.