Un immobile abusivo ubicato nei pressi della spiaggia di Randello è stato acquisito dal comune di Ragusa. Lo stabile era stato costruito entro i 150 metri dalla battigia, quindi in una fascia di assoluta inedificabilità.

L’amministrazione Piccitto ha dato corso alla pratica di acquisizione ed è arrivato ora all’esito finale.

Il passo successivo all’acquisizione sarà la demolizione dell’immobile abusivo ed il ripristino dello stato originario dei luoghi. Sarà l’amministrazione a dare incarico ad una impresa privata. Le spese dell’operazione saranno successivamente addebitate al proprietario.

Quello di Randello non sarà l’unico immobile ad essere demolito perché altri edifici che non sono rientrati nella sanatoria sono destinati ad essere travolti dalle ruspe. Situazioni critiche vengono segnalate dai tecnici a Branco Piccolo, Branco Grande e Passo Marinaro ed anche nella contrada Buttarella dove non è stato possibile applicare i benefici della sanatoria.

Un passo importante per la spiaggia di Randello, già luogo di battaglie in questi ultimi anni anche da parte del comitato Randello Libera, che si impegna a salvaguardarne l’integrità. Inoltre l’area è stata recentemente inclusa tra i luoghi del cuore del Fai proprio per il suo carattere selvaggio e l’ambiente incontaminato.