Processo Loris. L’avv. Villardita urla in aula: “Veronica è innocente”. Davide Stival: “Chiedo una pena esemplare”

loris stival e veronica panaerlloSi è conclusa dopo oltre nove ore l’arringa della difesa nel processo a Veronica Panarello. L’udienza è stata aggiornata al 17 ottobre prossimo per le repliche delle parti. Dopo il gup si ritirerà in camera di consiglio.

E per la difesa Veronica Panarello è «innocente». Non c’è la prova che è stata lei ad uccidere il figlio.

Invece il marito dell’imputata, Davide Stival, ha chiesto una pena esemplare.

Lo aveva anticipato Francesco Villardita che sarebbe stata un’udienza lunga: 10 ore per illustrare al giudice l’innocenza di Veronica Panarelo. Il legale aspettava questo momento da due anni: ha tentato in tutti i modi di scagionare Veronica Panarello dalle accuse di omicidio premeditato e occultamento di cadavere perché  – per la difesa –  è innocente. Villardita ha parlato di partecipazione involontaria e inconsapevole: un concorso anomalo. La difesa ha chiamato in causa come unico responsabile Andrea Stival. Veronica sarebbe stata dunque solo testimone di quel delitto. La dimostrazione – per Villardita – è in quella sagoma che s’intravede nell’auto della Panarello la mattina dell’omicidio che sarebbe di Andrea Stival ma per l’accusa non c’è traccia del suocero.  Solo in un dettaglio Veronica ha mentito: quando ha raccontato la tesi dell’incidente, il figlio morto mentre giocava con le fascette-  ha ribadito Villardita –  è una menzogna, dettata dalla paura.  <<Neppure la Procura riesce a «dimostrare oltre ogni ragionevole dubbio che è stata lei a uccidere suo figlio Loris», ha urlato in aula nell’udienza a porte chiuse, chiarendo che «Veronica Panarello non è una manipolatrice. Ha effettuato, invece, un difficoltoso percorso intimo e tormentato per arrivare alla confessione della verità».

Nel frattempo Andrea Stival, assente in aula, <<perché stanco di sentire le bugie di Veronica>> – ha riferito il legale – dorme sonni tranquilli perché la procura ha escluso la sua partecipazione al delitto, parlando solo della relazione extraconiugale, come movente plausibile. Un movente invece certo per Villardita. <<Veronica Panarello ha mentito». Non le crede neppure il marito, Davide Stival che ieri, durante una pausa, ha parlato con la stampa. «Voglio giustizia per mio figlio, Veronica deve pagare per tutto quello che ha fatto. Chi è stato deve avere una pena esemplare».

L’udienza è stata aggiornata al 17 ottobre prossimo per le repliche delle parti. Dopo il Gup si ritirerà in camera di consiglio.

Viviana Sammito

 

0 Comments

You can be the first one to leave a comment.

Leave a Comment

 
 



 

Vertical Slideshow

Visite

  • 301 Moved Permanently
» wp.com stats helper

Nove & NoveTV

Iscritta presso il tribunale di Modica, n° di Iscrizione 2/2010.

Direttore Responsabile Carmelo Riccotti La Rocca.
Responsabile generale NoveTv, Giovanni Giannone

 
Testata iscritta presso il Tribunale di Modica,al n. 2/2010. Direttore Responsabile Carmelo Riccotti La Rocca