librizzi a pozzallo 1Visita istituzionale a Pozzallo questa mattina del Prefetto di Ragusa, Maria Carmela Librizzi, che ha incontrato il sindaco, Ammatuna, il comandante della Capitaneria, Pantano, e poi il questore, Gammino, il cap. Edoardo Cetola, comandante dei CC della compagnia di Modica, per effettuare un sopralluogo al centro di primo soccorso e accoglienza, che sta diventato un hot spot.

Da oggi al posto di Medici Senza Frontiere c’è Terre des Homme, l’onlus che darà sostegno psicologico e cure mediche ai migranti.

Oggi il sopralluogo del prefetto coincide con l’avvio del progetto FARO che vede impegnata “Terre des Hommes” in diverse strutture di prima accoglienza dei minori migranti, tra cui il CPSA di di Pozzallo con l’obiettivo di fornire loro assistenza psicologica e psicosociale, in sinergia con il medici dell’Asp. La ripresa avviene dopo una serie di riflessioni sull’opportunità o meno di operare in una struttura che evidenzia gravi carenze nel sistema di prima accoglienza dei migranti.

Terre des Hommes ha cominciato ad operare a Pozzallo a giugno 2015 con un’equipe composta da una psicologa, un sociologo e una mediatrice culturale che svolgono un programma di assistenza psicologica e psicosociale ai minori stranieri e alle famiglie con minori. In tutto, nel 2015, sono stati quasi 700 i beneficiari delle attività psicosociali all’interno del CPSA, mentre 300 minori e famiglie con minori hanno beneficiato delle stesse attività presso il centro Mediterranean Hope di Scicli.

librizzi a pozzallo 2Al momento sono 15 gli ospiti nella struttura. Il prefetto Maria Carmela Librizzi ha riscontrato alcune criticità in riferimento alla sicurezza strutturale dell’edificio, con gli spazi sul cortile, antistante l’ingresso, diminuiti a causa della realizzazione dell’hot spot: due container serviranno alle operazioni di identificazione ed espulsione. Il prefetto ha chiesto di rendere più funzionale il centro.

Il sindaco, Luigi Ammatuna, che prima ha aperto le porte del comune, ha ringraziato il “prefetto per la grande testimonianza di vicinanza e solidarietà nei confronti del comune di Pozzallo e per l’immigrazione, sicuro di una fattiva e proficua collaborazione”. Il prefetto Librizzi ha anche visitato la Capitaneria di Porto di Pozzallo, dove è stata accolta dal Comandante del porto e Capo del Compartimento marittimo, Capitano di Fregata (CP) Francesco Pantano. Nel corso della visita il Comandante ha descritto gli specifici compiti istituzionali con particolare riferimento all’attività di controllo della sicurezza della navigazione, tutela dell’ambiente marino, vigilanza sulla “filiera ittica”, polizia demaniale marittima ed attività amministrativa riguardante il rilascio delle patenti nautiche, dei titoli professionali marittimi, l’iscrizione nelle matricole della Gente di Mare e la tenuta/aggiornamento dei registri navali, sottolineando la stretta sinergia che caratterizza l’operato della Guardia Costiera di Pozzallo con tutte le altre Forze di Polizia dell’area iblea.

CHI E’ TERRE DES HOMME?

Le attività di Terre des Hommes a protezione dei minori stranieri non accompagnati in Italia sono finanziate interamente con fondi privati. Tra i maggiori donatori troviamo la Federazione Internazionale Terre des Hommes, Fondation d’Harcourt, Fondazione Prosolidar, la Fondazione Zanetti e la catena d’abbigliamento C&A.

Le metodologie elaborate da Terre des Hommes negli ultimi cinque anni, durante la sua permanenza a Lampedusa e poi a Siracusa, sono state raccolte in una Guida Psicosociale per Operatori impegnati nell’accoglienza dei Minori Stranieri Non Accompagnati liberamente scaricabile online e messa a disposizione di tutti coloro che necessitino di linee guida consolidate.

Il progetto Faro rientra nella Campagna “Destination Unknown” della Federazione Internazionale Terre des Hommes per la protezione dei bambini migranti (children on the move) nel mondo in fuga da guerre, povertà e violenze, che secondo i dati più recenti sono quasi 35 milioni (fonte UN).

Viviana Sammito