polizia municipale, vetturaNei giorni scorsi, a seguito di denuncia pervenuta al Comando di Polizia Municipale relativamente alla presunta costruzione abusiva che si stava realizzando in C.da Boschi Pisana, la Sezione di p.g. ha immediatamente provveduto ad effettuare i necessari controlli unitamente al personale tecnico dell’U.T.C. Nei fatti, veniva accertata la realizzazione di un cordolo perimetrale in cemento armato con soprastante fila di blocchi in cemento per una superficie complessivamente impegnata di circa 90.00 mq.

La costruzione, i cui lavori erano allo stato iniziale, sarebbe servita sicuramente quale capannone per ricovero di mezzi e/o attrezzi.

Considerato che l’intervento edilizio era stato realizzato:

•   in assenza di concessione edilizia;

• in un luogo ricadente in sito di interesse archeologico tutelato dal Piano Paesaggistico, giusto D.A. Regionale Beni Culturali e dell’Identità Siciliana n.1767/2010;

• in assenza della prescritta autorizzazione del Genio Vivile, in quanto la zona è dichiarata sismica con D.M. 23.11.1981;

il personale della polizia municipale ha provveduto a porre sotto sequestro preventivo la costruzione e a denunciare il committente dei lavori per le ipotesi di reato di cui agli artt. 44 lett. c), 94 e 95 ( artt. 18 e 20 legge n.64/1974) del DPR 6 giugno 2011, n.380.

Gli atti costituenti la comunicazione di notizia di reato sono stati depositati presso la Procura della Repubblica del Tribunale.